Monigo, inaugurata scultura del maestro Pino Filippone

L’opera è stata realizzata e donata alla parrocchia dall'artista, noto pittore, scultore e scrittore da cinquant’anni attivo nel trevigiano

Oggi, domenica 26 gennaio 2020 alle ore 11:45, nel sagrato della chiesa di Sant’Elena Imperatrice a Monigo è stata inagurata una scultura in legno, dell’altezza di quattro metri, raffigurante la crocifissione di Gesù. L’opera è stata realizzata e donata alla parrocchia dal Maestro Pino Filippone, noto pittore, scultore e scrittore da cinquant’anni attivo nel trevigiano. Oltre al Maestro Filippone, sono intervenuti il dott. Giancarlo Gentilini e don Giuseppe Mazzocato, parroco di Monigo. Altre opere dell’artista sono conservate alla Fondazione Cardinal Lercaro di Bologna e al Museo Luigi Bailo di Treviso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento