menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nuovo focolaio Covid in Procura a Treviso

Nuovo focolaio Covid in Procura a Treviso

Nuovo focolaio Covid, Procura di nuovo blindata

Predisposti esami al tappeto per tutti i dipendenti. Il precedente risale ai primi di novembre: tre i contagiati, fortunatamente tutti asintomatici

Un focolaio Covid e' nuovamente scoppiato in Procura a Treviso. E stamattina, lunedì 23 novembre, gli uffici dei magistrati trevigiani sono tornati ad essere "offe limits". Dopo il caso dei tre dipendenti  che, ad inizio del mese, avevano accusato i primi sintomi del contagio, il virus è tornato a fare capolino e per il personale sono scattati controlli di massa.

«Abbiamo predisposto tamponi rapidi per tutto gli addetti - spiega il capo della Procura facente funzioni Massimo De Bortoli - la soglia di allarme si è innalzata nuovamente dopo i tre infetti delle settimane passate. In quel caso non ci sono state altre persone contagiate, questa volta non lo sappiamo e così sono stati tutti inviati a fare gli accertamenti del caso. Domani sapremo quanti hanno preso il virus e ci comporteremo di conseguenza».

Ad inizio novembre i dipendenti che avevano contratto il virus si erano ammalati quasi contemporaneamente ma fortunatamente erano anche tutti asintomatici. Oggi come allora sono scattate le procedure di sicurezza: accessi bloccati al pubblico e avvocati che vengono ricevuti solo per le questioni più urgenti. Fino a nuove disposizioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento