rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

8 marzo, l’ordine degli architetti di Treviso rende omaggio a Olena Zelenska

Il suo nome sarà iscritto nell’albo dei professionisti trevigiani

«Oggi non piangerò. Sarò calma e fiduciosa. I miei figli mi stanno guardando. Io starò al loro fianco. E al fianco di mio marito». Con queste parole Olena Zelenska si rivolge al popolo ucraino nei giorni più difficili per il suo Paese. La moglie del presidente ucraino Volodymyr Zelensky è diventata insieme al marito il simbolo di una nazione che resiste.

L’Ordine degli Architetti pianificatori paesaggisti conservatori della provincia di Treviso ha deciso di renderle un riconoscimento proponendo la sua iscrizione ad honorem nell’albo dei professionisti trevigiani. Architetta, attivista, Olena Zelenska è da sempre attiva nelle battaglie politiche per l’inclusione e la parità di genere. L’Ordine di Treviso ha dunque deciso di scrivere all’ambasciata ucraina per proporre l’iscrizione all’albo trevigiano della professionista e scrittrice ucraina.

«Da quando è scoppiata la guerra in Ucraina - commenta il Presidente Marco Pagani - abbiamo sentito tutti l’urgenza di provare a fare qualcosa, scendendo in piazza, avviando delle raccolte fondi, aprendo le porte delle nostre abitazioni. Restare indifferenti a questa tragedia non è possibile. Olena Zelenska parla al suo popolo e a tutto il mondo restando saldamente, insieme al marito, alla guida del suo Paese. Vorremmo come Ordine provare a renderle omaggio, proprio nel giorno in cui centinaia di lavoratrici persero, tragicamente, la vita. Il simbolo dell'8 marzo oggi ha il volto della resistenza all’invasione russa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

8 marzo, l’ordine degli architetti di Treviso rende omaggio a Olena Zelenska

TrevisoToday è in caricamento