menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piloti e medici in ospedale

Piloti e medici in ospedale

Festa del papà in pediatria con i militari del 51° Stormo di Istrana

Due ore ricche di emozioni, di filmati fatti di cielo e nuvole grazie ai quali è stato reso un po’ più speciale il 19 marzo dei piccoli pazienti del reparto dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso

Per molti ragazzi è stata una sorpresa, per altri un’occasione per apprendere e conoscere quello che quotidianamente i militari del 51° Stormo di Istrana fanno per la sicurezza dei cittadini. Di sicuro sono state due ore ricche di emozioni, di filmati fatti di cielo e nuvole grazie ai quali è stato reso un po’ più speciale il 19 marzo dei piccoli pazienti del Reparto di Pediatria del Ca’ Foncello di Treviso. L’iniziativa, non la prima in tal senso, è nata grazie al coordinamento tra il 51° Stormo ed il personale docente dell’Oasi Pediatrica, uno spazio di gioco per i bambini ricoverati, nel quale si trova la “Scuola in Ospedale” luogo dove i piccoli pazienti possono seguire attività formative personalizzate durante il loro periodo di degenza.

Proprio nell’ambito di queste attività formative, si è pensato di far trascorrere, in una giornata particolare come il 19 Marzo, un’esperienza sicuramente diversa dal solito e che non capita tutti i giorni di vivere. Accolti dal Primario del Reparto, il dottor Stefano Martelossi e dal personale insegnante, i militari hanno illustrato ai piccoli pazienti quello che quotidianamente svolgono. I bambini hanno poi toccato con mano tutto ciò che i piloti utilizzano per volare come i caschi ed i giubbini ed imparato a conoscere, sotto forma di gioco e divertimento, quali sono i compiti del velivolo di Istrana l’AMX, spesso impiegato grazie alla sua “macchina fotografica volante” come l’hanno definita i piccoli pazienti,  anche per compiti di pubblica utilità a supporto della popolazione civile.

Tantissime curiosità sono state oggetto di altrettante domande a testimonianza dell’ interesse che la visita ha suscitato nei ragazzi terminata con un “arrivederci in aeroporto”. Infatti fa sapere il Maggiore Marco Barone del Comando di Istrana: «Non appena sarà possibile questi bambini se desiderano potranno farci visita ad Istrana per vedere gli aeroplani dal vivo, come del resto avviene quasi ogni giorno con le numerose scuole della provincia di Treviso e non solo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento