rotate-mobile
Attualità Sant'Ambrogio di Fiera / Via Sant'Ambrogio, 37

Ulss 2, mancano 50 operatori socio sanitari: «Subito nuove assunzioni»

Mercoledì 29 maggio il presidio organizzato da Fp Cgil Treviso davanti a Villa Carisi: i sindacati chiedono la proroga della data di scadenza della graduatoria per non far ripetere il concorso ai lavoratori. Replica dell'Ulss 2: «Assumeremo»

Non si ferma nella Marca la mobilitazione degli operatori socio-sanitari e del personale amministrativo idoneo in graduatoria ma ancora in attesa di assunzione. Mercoledì mattina, 29 maggio, la Fp Cgil di Treviso ha organizzato un nuovo presidio di protesta fuori da Villa Carisi, sede della direzione dell'Ulss 2.

Troppo poche, secondo i sindacati, le 98 assunzioni di Oss dalle graduatorie che le aziende sanitarie hanno attivato nelle ultime settimane mentre si avvicina inesorabile la scadenza della graduatoria, il cui termine è il 20 luglio. «Chiediamo di procedere alle assunzioni e di prorogare la scadenza di luglio della graduatoria fatta da Azienda Zero per tutte le Ulss del Veneto - dice Sara Tommasin della Fp Cgil di Treviso -. Ad oggi mancano almeno una cinquantina di Oss nell'Ulss 2. La necessità di personale c'è, sappiamo che l'Ulss 2 sta continuando con le assunzioni ma c'è il rischio che i lavoratori idonei in attesa debbano ripetere il concorso che avevano già superato mesi fa». Nell'Ulss 2 sono 468 gli Oss in graduatoria di cui 270 sono stati chiamati (180 gli assunti). Una situazione che, ad oggi, riguarda non solo gli operatori socio sanitari ma anche il personale amministrativo la cui graduatoria scadrà ad agosto. Nell'Ulss 2 mancano 20 unità. Per il piano ferie di quest'anno la Fp Cgil ha già stanziato 250mila euro per fare in modo che il personale già in servizio possa coprire con turni e ore di straordinario i colleghi assenti.

La replica dell'Ulss 2

Francesco Benazzi, direttore generale dell'Ulss 2, replica così al presidio di questa mattina: «Comprendiamo le preoccupazioni di sindacati e lavoratori ma la nostra azienda sta continuando ad assumere Oss: in questi giorni stanno partendo 54 nuovi telegrammi di chiamata per arrivare a 300 operatori socio sanitari chiamati dalle graduatorie. La Rete di compensazione ci impone però di condividere il personale socio sanitario anche con le Rsa e le cooperative del territorio, strutture dove gli Oss sono sempre molto richiesti. Ecco perché il personale continua a mancare dai nostri ospedali nonostante le assunzioni - chiude Benazzi -. Sul fronte del personale amministrativo, invece, le assunzioni arriveranno prima della scadenza della graduatoria» assicura il direttore generale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 2, mancano 50 operatori socio sanitari: «Subito nuove assunzioni»

TrevisoToday è in caricamento