Attualità Centro

Tutto pronto per la quarta edizione del Treviso Photographic Festival

Dal 7 al 23 settembre la città si tingerà di street photography. La mostra ospiterà più di 140 opere scattate da una selezione di 78 artisti italiani e stranieri, anche riconosciuti a livello internazionale

Al via la quarta edizione del Treviso Photographic Festival, la manifestazione che dal 7 al 23 settembre porterà a Treviso il meglio della fotografia di strada. Il tema di quest’anno è “LIFE: nelle strade c’è vita". La mostra ospita più di 140 opere scattate da una selezione di 78 artisti italiani e stranieri, anche riconosciuti a livello internazionale, tra i quali: Gmb Akash, Marco Gualazzini, Mou Aysha, Paolo Verzone, Sandra Cattaneo Adorno, Tatsuo Suzuki, Bruno Cattani e, di Treviso, Walter Maltese, Alessio Ruggieri e Maurizio Marzaro.

«Volevamo celebrare il ritorno a una nuova normalità con un messaggio positivo», spiega il curatore Fabio Cavessago. «E la street photography è un mezzo espressivo che ci consente di raccontare la vita nelle sue più diverse sfaccettature. È un genere fotografico che sorprende, fa riflettere, strappa un sorriso. Combina la spontaneità dello scatto all’intuizione del senso, alla sensibilità dell’artista». Le opere sono esposte nel Museo Luigi Bailo, nelle principali piazze di Treviso (Piazza Aldo Moro, Piazza dell’Università, Piazza S. Maria dei Battuti, Piazza Borsa, Piazza San Vito, Piazza San Leonardo, Piazza Indipendenza, zona in prossimità di Vicolo Duomo e il Battistero del Duomo), sul sagrato della Chiesa di Sant’Agostino e nel Chiostro di San Francesco.

«Il nostro obiettivo - continua Fabio Cavessago - è quello di portare l’arte vicino alla gente, facendo interagire l’opera con il luogo in cui è inserita. Lo spettatore ha l’occasione di godere dell’immagine, emozionarsi, alzare la testa e guardare i palazzi come se fossero un museo a cielo aperto, senza entrate nè uscite». La rassegna, visitabile dal 7 al 23 settembre, sarà inaugurata al Chiostro di San Francesco il 10 settembre alle ore 18, con anche la performance di danza a cura di Puppets family e ASD Ritmo Vivo Treviso.

«Anche quest’anno il Treviso Photographic Festival andrà a impreziosire vie e piazze della Città con i lavori fotografici di alcuni dei più noti artisti a livello internazionale - afferma l’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti - La nostra Città ospiterà ancora una volta una rassegna in grado di riportare la fotografia nella sua dimensione più pura, valorizzando il genio e la capacità di captare e immortalare le emozioni. In più, quest’anno la Street Photography, tema di questa edizione, sarà accompagnata da performance di danza e di musica jazz, unendo così alla bellezza delle immagini altre espressioni artistiche di altissima qualità. Treviso Photographic Festival ha saputo rinnovarsi di anno in anno grazie alla partecipazione di artisti di fama mondiale: una crescita che quest’anno verrà impreziosita dalla mostra al Museo Bailo». Il 18 settembre si esibiranno al Chiostro Adamo ed Eva presso il Museo Luigi Bailo, i “The Modern Jazz Doctors”, un quartetto di medici jazzisti provenienti da città diverse, uniti dalla passione per la tradizione classica del jazz.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per la quarta edizione del Treviso Photographic Festival

TrevisoToday è in caricamento