Il neonato ha fretta di nascere, parto "teleguidato" nel parcheggio di "Da Pino"

Mamma e papà, trevigiani, stavano raggiungendo in auto il Ca' Foncello. Alle 18.30 di martedì sono stati costretti a fermarsi e con l'aiuto della centrale del Suem 118 sono riusciti a dare alla luce il piccolo, poi trasportato in ambulanza

Il parcheggio della pizzeria "Da Pino"

Mamma e papà stavano cercando di raggiungere, in auto, il pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso: le acque si erano però ormai rotte e la nascita era davvero questione di minuti. Così è stato. I neogenitori sono stati costretti a fermarsi nel parcheggio del ristorante pizzeria "Da Pino" di viale della Repubblica a Treviso. Il papà, "teleguidato" da uno degli operatori della centrale operativa del Suem 118, è riuscito a far partorire la compagna, prima dell'arrivo dell'ambulanza. Il bebè (un maschietto) e la mamma, come hanno accertato sul posto gli infermieri, stanno benissimo e sono stati subito trasportati in ospedale, nel reparto di ostetricia e ginecologia, dove si trovano attualmente ricoverati. Per la coppia di trevigiani certamente una disavventura finita nel più bello e dolce dei modi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

Torna su
TrevisoToday è in caricamento