Tazzina di caffè a 1,70 €: «Ma sono i prezzi di prima dell'emergenza»

Spiegano i titolari del centralissimo "Signore e Signori": «Non abbiamo toccato il listino di un centesimo. E' un prezzo che la gente accetta di pagare per il contesto di Piazza dei Signori, non c'è nessuna speculazione»

Caffè sempre più caro nei bar di Treviso

Tazzina di caffè sempre più cara a Treviso. Che sia o meno l'effetto del Corona virus sta di fatto che l'espresso ha raggiunto l'euro e settanta seduti fuori in Piazza dei Signori. «Sono i nostri prezzi di sempre - spiegano i titolari del centralissimo "Signore e Signori" - non abbiamo toccato il listino di un centesimo. Il nostro caffè costa 1,20 euro in piedi al bancone e 1,70 seduti fuori. E' un prezzo che la gente accetta di pagare per il contesto di Piazza dei Signori, non c'è nessuna speculazione».

Distante un centinaio di metri c'è "I soffioni". Prezzi della tazzina: 1,10 in piedi, 1,50 euro seduti ai tavolini esterni sotto la Loggia.«Sappiamo che ci sono stati aumenti - spiegano da dietro il bancone - ma noi abbiamo  mantenuti i prezzi di prima dell'emergenza, lo potete verificare su Facebook, il listino è ancora quello di marzo. Il servizio ai tavoli prevede dei costi, è così che si spiega la differenza di prezzo». «Abbiamo raccolto le lamentele di molta gente - spiegano al Caffè Rialto, dove un caffè si paga 1,10 in pedi e 1,30 seduti - c'è chi ha approfittato delle riaperture per mettere in conto ai clienti il costo della mascherina o dei guanti. Francamente la troviamo un politica sbagliata e controproducente. Noi i nostri clienti cerchiami di tenerli e se possibile ampliarli, non mi sembra che sia il caso di mettersi a fare aumenti proprio ora».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulle stessa linea la "Caffètteria" di Corso del Popolo. «Volendo - scherza la titolare - ci sarebbero altro che rincari da fare... la chiusura ci ha messo al tappeto. Ma speculare sulla gente è sbagliato, non è così che ritroveremo i nostri clienti che invece vanno trattati con rispetto e buon senso». Infine il Caffè Manin. «Che la gente stia in piedi o seduta non cambia - dicono - il caffè da noi si paga sempre 1,10 euro. Unica eccezione la settimana scorsa, quando eravamo aperti con il take away, per il quale ho dovuto attrezzarmi con i bicchierini di plastica e sono stato costretto ad un rincaro di 10 centesimi».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si allontana da casa, trovata morta in un canale

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento