rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

Covid, Ucraina e maltempo: attestati ai gruppi di protezione civile della Marca

I riconoscimenti, consegnati al Sant'Artemio, premiano la capacità di gestione e supporto per le emergenze

Oggi, domenica 7 maggio, si è svolta nella sede della Provincia di Treviso la consegna degli attestati di merito ai gruppi di Volontari della Protezione Civile di tutto il territorio provinciale per la gestione dell’emergenza Covid-19 e il contributo nel corso della campagna vaccinale, le attività e le iniziative di sostegno e aiuto nell’ambito dell’emergenza Ucraina e le operazioni urgenti per la gestione di situazioni atmosferiche critiche, in particolare per l’alluvione avvenuta a Senigallia e l’ondata di maltempo che ha colpito la provincia di Treviso dal 4 al 9 dicembre 2020. Prima della consegna dei riconoscimenti, si è celebrata la cerimonia di alzabandiera davanti all'Edificio 3 della Provincia, alla presenza delle Autorità Civili e Militari, e alle 9 è stata officiata la Santa Messa da don Adelino Bortoluzzi, nella Chiesetta del Sant'Artemio.

Hanno partecipato alla cerimonia e consegnato gli attestati il presidente della Provincia di Treviso, il Prefetto di Treviso, Angelo Sidoti, la dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Treviso, Barbara Sardella, il Comune di Treviso, il Comandante provinciale dei Carabinieri, Massimo Ribaudo, il Comandante della Guardia di Finanza di Treviso, Francesco De Giacomo, il Comandante dei Vigili del Fuoco, Giuseppe Costa,la presidente della Croce Verde, Laura Smiderle, e l’ULSS 2 Marca Trevigiana. Insieme a loro, presenti anche numerosi sindaci dei Comuni della Provincia di Treviso, che hanno insignito i rispettivi Gruppi e Associazioni locali.

Gruppo autorità e volontari

«Con questi due giorni di festa in Provincia dedicati alla Protezione Civile – spiega il presidente della Provincia di Treviso - oggi culminati nella consegna degli attestati di merito ai 93 Gruppi e Associazioni coinvolti nella gestione della pandemia da Covid-19, dell'emergenza Ucraina e delle emergenze maltempo di Senigallia e del nostro territorio nel 2020 abbiamo voluto lanciare un segnale a tutta la cittadinanza, per ribadire l'importanza dei Volontari, per le numerose attività che hanno saputo gestire con grande prontezza e sensibilità, penso tutt'oggi a quella purtroppo in corso in Emilia-Romagna. Far sentire loro la vicinanza di tutti gli Enti locali era essenziale, per ribadire che il lavoro di squadra e il mettersi a disposizione delle comunità è una dimostrazione di civiltà e senso di responsabilità che va premiato. Sono molto felice di aver celebrato questo momento qui al Sant'Artemio, Casa di tutte le Trevigiane e dei Trevigiani».

«La Protezione Civile è una componente essenziale e indispensabile per il territorio – le parole del Prefetto di Treviso, Angelo Sidoti - li vediamo numerosi nei momenti di festa, come è stato oggi, ma soprattutto li vediamo nei momenti di necessità, di pericolo, di soccorso, come punti di riferimento sempre a disposizione con grande coraggio e responsabilità”.

«La giornata di oggi, con la consegna degli attestati ai Volontari di Protezione Civile, è stata un evento importante ed è altrettanto importante anche avvicinare e sensibilizzare i nostri giovani al volontariato – le parole della dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale, Barbara Sardella - perché si tratta di un settore fondamentale per la crescita del nostro Paese: a tal proposito, pensiamo il prossimo anno di avviare delle progettualità condivise, con la Protezione Civile della Provincia di Treviso, al fine di fare attività di informazione e formazione a studentesse e studenti».

«Oggi concludiamo questa due giorni che ci ha visto ieri impegnati nelle esercitazioni e nelle simulazioni di ricerca persone – concludono i referenti della Provincia di Treviso per la Protezione Civile, Riccardo Mastronicola e Gabriele Padoan - a cui hanno partecipato oltre 500 volontari, che si sono alternati con le varie attrezzature. Con la consegna degli attestati da parte delle Autorità siamo stati orgoglioso di dare un segnale di gratitudine e rivolgere ancora una volta un ringraziamento speciale a tutti coloro che sono stati coinvolti nelle purtroppo numerose emergenze susseguitesi negli ultimi 3 anni».

Chiesa del Sant'Artemio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Ucraina e maltempo: attestati ai gruppi di protezione civile della Marca

TrevisoToday è in caricamento