menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ascotrade, Maxì e Alpini, raccolta alimentare dedicata alle famiglie in difficoltà

Nella giornata di sabato 19 maggio sarà possibile partecipare alla raccolta solidale acquistando prodotti alimentari direttamente nei 40 supermercati aderenti

VITTORIO VENETO L’energia della solidarietà torna ad accendersi sabato 19 maggio, nei punti vendita Maxì di Veneto e Friuli, dove si svolgerà una giornata di raccolta alimentare dedicata alle famiglie in difficoltà. Un’iniziativa promossa da Ascotrade e Gruppo Vega, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini, Virosac e Banco Alimentare, che per il secondo anno invitano tutti i cittadini a dedicare un piccolo aiuto ai più bisognosi. Nella giornata di sabato 19 maggio sarà possibile partecipare alla raccolta solidale acquistando prodotti alimentari direttamente nei 40 supermercati Maxì aderenti che, consegnati agli Alpini presenti nei punti vendita, saranno poi distribuiti alle famiglie bisognose attraverso l’organizzazione del Banco Alimentare e all’associazione Veneti schiacciati dalla crisi.

Un progetto nato da Ascotrade, azienda trevigiana di fornitura di gas e luce, e Gruppo Vega, società cooperativa operante nel settore della distribuzione organizzata, che grazie alla collaborazione dei partner hanno messo in piedi un’imponente macchina organizzativa. Virosac, in particolare, metterà a disposizione dei consumatori oltre 10.000 sacchetti shopper bio per fare la spesa, mentre Gruppo Vega ha acquistato circa 2500 scatoloni per la raccolta finale. Gli alpini, con la consueta disponibilità alle opere solidali, si occuperanno della gestione logistica della raccolta, attraverso la manodopera di circa 200 volontari delle sezioni di Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto, Belluno, Venezia, Padova, Pordenone, Bassano del Grappa, che per l’occasione vestiranno una speciale pettorina fornita da Ascotrade.

«Sosteniamo questa iniziativa per il secondo anno consecutivo – afferma Thejra Tonetto, Responsabile Area Comunicazione di Ascotrade – perché riteniamo fondamentale supportare chi, nel nostro territorio, sta attraversando un momento di difficoltà. Uno spirito solidale che condividiamo con dei partner d’eccezione, a cominciare dagli Alpini, che continuano a dimostrare come siano vicini a tutta la comunità, e poi due aziende sensibili, al pari di Ascotrade, ai temi del territorio e della vicinanza alle fasce deboli della società. A questi, infine, si aggiungono il Banco Alimentare e l’associazione Veneti schiacciati dalla crisi, marchi di assoluta garanzia in fatto di solidarietà verso il prossimo. Confidiamo ora nella generosità dei nostri concittadini e, con il contributo di tutti, speriamo di superare le 15 tonnellate di alimenti raccolte lo scorso anno».

«Maxì Supermercati sono da sempre nel cuore dei nostri clienti, – prosegue Francesco Barbon Direttore Generale del Gruppo Vega - la nostra partecipazione alla raccolta alimentare è la naturale conseguenza del nostro obiettivo: stare sempre a fianco dei nostri clienti con energia ed entusiasmo. E dove ci sono gli alpini, c’è sempre energia ed entusiasmo. Lo facciamo perché crediamo nei nostri clienti e nel valore delle loro emozioni. In questo contesto e grazie alla preziosa collaborazione di Ascotrade, degli Alpini e di Virosac è nata l’idea della raccolta alimentare del 19 maggio, con 40 punti vendita Maxi che saranno coinvolti in una straordinaria raccolta di generi alimentari destinati alle persone più bisognose».

«La parola solidarietà è nel Dna di noi Alpini, è un valore che scorre nel nostro sangue – commenta Francesco Introvigne, presidente di ANA Vittorio Veneto - Dunque siamo felici di collaborare con gli altri partner d’eccezione a questa raccolta di alimenti che porterà sollievo a tante famiglie in difficoltà, anche nel nostro territorio». Una iniziativa che vuole condividere la gioia che regala un piccolo gesto di solidarietà, dimostrando come anche la semplice azione del “fare la spesa” possa diventare un modo facile per infondere speranza e donare conforto a chi vive un momento difficile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento