menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La discoteca Radika

La discoteca Radika

La preoccupazione del Radika: «Siamo sotto assedio»

Alex Visentin, socio del locale in zona Fonderia, racconta l'incursione dei piromani: «Ero a casa e guardando le telecamere è suonato l’allarme antiintrusione»

Alex Visentin, socio del locale Radika, è ovviamente sconvolto per quanto accaduto la scorsa notte: suo malgrado ha assistito, da casa, a quanto stava accadendo nella discoteca. «Abbiamo fatto la riunione ieri sera -racconta a Trevisotoday- che fatalità era finita mezz’ora prima dell’accaduto. Ero a casa e guardando le telecamere è suonato l’allarme antiintrusione, in quell’istante ho visto due persone entrare che sul subito ho pensato stessero rubando. Ho chiamato il 113 e in diretta ho visto una cosa che cominciava a lampeggiare, non ho più visto i personaggi che giravano dentro e questa roba che continuava ad aumentare. Ho detto, qua mi hanno dato fuoco al locale. Ho messo giù con la polizia e ho chiamato direttamente i pompieri e ho avvisato i miei soci dell’accaduto. La polizia è arrivata un minuto dopo che loro sono scappati dalla recinzione del locale. I danni sono abbastanza limitati, secondo me saranno intorno ai venti/trentamila euro di danni. Più che altro costa la sanificazione dell’ambiente».

Ha qualche sospetto? «Guardi, purtroppo noi siamo una società che oggi conta più di un locale in più province. Sicuramente non siamo visti bene da chi opera nel nostro settore che purtroppo è un mondo un po’ così, chiamiamolo delicato. Lo sviluppo che abbiamo avuto in questi ultimi anni magari a qualche competitor di lungo corso può dar fastidio. Abbiamo avuto nove furti in due mesi nei locali che abbiamo. Dire ho un’idea o non ho un’idea, siamo sotto assedio. Non so cosa possiamo fare. Più di fare il nostro lavoro giorno e notte, di male non facciamo a nessuno».

«Non è una bella cosa -conclude Alex Visentin- Fortunatamente l’ho vista subito altrimenti succedeva come cinque anni quando ci hanno bruciato un altro locale – a Piombino Dese lo Sugar Reef - e, purtroppo, non avendo i sistemi di allarme che abbiamo a Radika, siamo arrivati con 40 minuti di ritardo e del locale non è rimasto niente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento