rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024

Treviso in rosa, si va verso il superamento di quota 10mila iscritte

Iscrizioni da record per l’evento podistico al femminile organizzato da Trevisatletica e Corritreviso in partnership con la LILT: le partecipanti arriveranno da 14 regioni e 32 province. Ben 127 i gruppi iscritti. Le iscrizioni resteranno aperte sino al 3 maggio

Treviso in Rosa fa nuovamente boom: sono ben 9.433 le iscritte alla nona edizione della grande kermesse al femminile che domenica 7 maggio tornerà a riempire la città di festa e voglia di stare insieme, di divertimento e solidarietà. Una decina di giorni fa Treviso in Rosa aveva annunciato che i numeri dell’edizione 2022 (poco più di 8 mila iscritte) erano già superati, ma la crescita è proseguita: le iscrizioni continuano ad arrivare e sarà così sino a domani, mercoledì 3 maggio, ultimo giorno utile per prenotare un pettorale in vista dell’evento organizzato da Trevisatletica e Corritreviso con il patrocinio della LILT. Treviso in Rosa – presentata questa mattina in Comune - si conferma evento atteso non solo dalle donne trevigiane: le iscritte, infatti, arrivano da 13 regioni e 32 province. Qualche nome? Silvia Furlani, la 62enne podista friulana, da 30 anni affetta da sclerosi multipla, che porta nelle corse di ogni parte d’Italia il suo messaggio di forza, ottimismo e resistenza alla malattia. Correranno e cammineranno anche Giuliana Meneghetti, ex responsabile del cerimoniale della Provincia di Treviso, oggi apprezzata conduttrice di corsi di galateo e buone maniere, e Caterina Perali, trevigiana d’origine, scrittrice di romanzi – “Le affacciate” (2020) e “Crepa” (2015) - oltre che autrice televisiva e collaboratrice per riviste di teatro e food and beverage.

Il sindaco Mario Conte, intervenuto alla conferenza stampa: «Ringrazio Corritreviso e Trevisatletica, due straordinarie realtà sportive. Ringrazio gli sponsor: con loro diventa tutto un po’ più facile, perché un evento di questo tipo necessita di un grande sforzo organizzativo e di spese ingenti. E ringrazio LILT e Avis: proviamo ad immaginare se la loro attività non fosse presente sul territorio. I numeri sono impressionanti: oltre 70 mila partecipanti in nove edizioni di Treviso in Rosa significano una città che corre. Sarà una domenica di festa, di spirito di squadra, di grandi valori. Nel 2024 arriverà la decima edizione: e lì batteremo ogni record». Enrico Caldato, in rappresentanza del comitato organizzatore: «I numeri di Treviso in Rosa ci danno grande soddisfazione e non erano affatto scontati. Treviso si colora di rosa per una festa che durerà da mattina a sera. Ringraziamo l’amministrazione comunale, la Polizia Municipale, i circa 150 volontari che saranno al nostro fianco nel weekend, gli sponsor. Ci aspettano giorni di grande lavoro, ma con l’orgoglio di organizzare un evento che non ha eguali in Italia». »Come Avis Provinciale di Treviso siamo particolarmente felici di partecipare a Treviso in Rosa insieme alle nostre donatrici per supportare un progetto di prevenzione e promozione della salute sostenendo la Lilt - le parole Stefano Pontello, presidente dell’Avis Provinciale di Treviso, rappresentata in conferenza stampa dalla vicepresidente Graziana Fuser -. Le nostre associazioni condividono valori affini e come Avis lanceremo il messaggio dell’importanza della donazione di sangue e plasma quale gesto di generosità, sensibilità e altruismo per il benessere della nostra comunità. Vi aspettiamo numerosi sulle mura di Treviso, dove avremo un gazebo con i nostri volontari pronti a rispondere a tutte le vostre curiosità sull’adesione al dono e su come diventare donatori, e dove sarà possibile ricevere a fronte di una piccola offerta i ‘Cuori di biscotto Telethon’ per sostenere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. È bellissimo unire impegno ed energie per la solidarietà». Il direttore generale di CentroMarca Banca, Claudio Alessandrini, in rappresentanza degli sponsor: «Siamo entusiasti di vedere che anche quest’anno l'interesse per questa manifestazione è altissimo e siamo certi che sarà un successo. Treviso in Rosa rappresenta un'occasione unica per confermare il nostro impegno concreto a favore del sociale, della salute e del benessere della comunità locale». Gli sponsor di Treviso in Rosa: CentroMarca Banca, Maxì Supermercati, Tomasoni, Casa di Cura Giovanni XXIII, Gruppo Hera Ascotrade, Tigotà, Crich, Autotorino, L’Arte di Abitare, Casa Paladin-Bosco del Merlo, Radio Company, Goccia di Carnia, Heart and Soul, BHR Treviso Hotel, Baldoin Viaggi, Palextra, 1/6H.

Ben 127 gruppi iscritti

Treviso in Rosa è anche la passerella di tantissime realtà femminili che hanno scelto l’evento del 7 maggio per una partecipazione di gruppo: ben 127 i team iscritti. C’è il gruppo della LILT, un plotone di oltre 500 donne. E poi palestre, aziende, corsi di cammino, yoga, pilates e zumba. C’è Ca’ Foncello in Rosa, un team formato da medici e infermiere dell’Ospedale Ca’ Foncello. E c’è il gruppo del Pronto Soccorso di Treviso. Ci sono scuole, come la Stefanini di Treviso, l’Istituto Besta e il Duca degli Abruzzi, la Casteller di Paese, oltre ad una rappresentanza dell’università Ca’ Foscari di Venezia. C’è il gruppo delle giornaliste di Antenna Tre. Ben 122 le donne del gruppo “Camminare è prevenzione” che arriveranno da Marcon (Venezia) grazie all’impegno dell’amministrazione comunale. E poi c’è il mondo dello sport: dalla Scherma Treviso al Circolo Proteus Sub. Andreea Corina Surugiu,  romena d’adozione moglianese, è invece il punto di riferimento del gruppo Kangoo Jumps, che parteciperà a Treviso in Rosa con le scarpe da rimbalzo (una speciale calzatura con una molla sotto la suola) di una nuova e divertente disciplina che tanti benefici apporta al fisico e alla mente.

In palestra con la Lilt

Il 7 maggio sarà una domenica di divertimento e solidarietà che avrà anche un obiettivo concreto, condiviso con la LILT di Treviso, da sempre al fianco di Treviso in Rosa. Parte del ricavato sarà infatti destinato ad accrescere l’operatività della palestra riabilitativa presente nella nuova sede dell’associazione, in via Venzone a Treviso. “Esserci è un piacere e un onore - ha dichiarato Nelly Mantovani, vicepresidente della LILT provinciale -: Treviso in Rosa porta a valorizzare al massimo la ‘mission’ della Lilt perché attività fisica e corretti stili di vita sono i pilastri della prevenzione. Con Treviso in Rosa c’è un rapporto che dura da nove anni. I fondi raccolti nell’edizione 2022 hanno permesso la creazione di una palestra riabilitativa, ora dobbiamo sostenere il lavoro dei professionisti che la utilizzeranno. LILT è così: sempre attenta e pronta a rispondere alle esigenze del territorio”. Ogni anno, oltre duemila malati oncologici si rivolgono alla LILT di Treviso per affrontare la malattia. Grazie al coinvolgimento di circa 800 volontari, l’associazione offre un sostegno basato su attività di prevenzione, formazione, riabilitazione, fisioterapia, animazione per i più piccoli, senza dimenticare i servizi di trasporto pazienti, dermopigmentazione e consulenza alimentare. La grande famiglia di LILT Treviso ha, in via Venzone, una sede di mille metri quadri e cinque ambulatori, in cui i volontari, figure professionali come medici, psicologi e fisioterapisti, i malati e i loro cari possono incontrarsi e affrontare insieme la malattia. Nella nuova sede, inaugurata nel 2021 e denominata “Filanda Lilt”, vi è appunto la disponibilità di una palestra riabilitativa arredata con il contributo dell’edizione 2022 di Treviso in Rosa. Il ricavato dell’evento 2023 permetterà invece di finanziare la presenza continuativa di Professionisti dedicati alla riabilitazione fisica dei pazienti.

Il percorso della manifestazione

La partenza di Treviso in rosa avverrà alle 9.30 da viale Bartolomeo d’Alviano, ai piedi delle Mura. Lo start sarà unico, mentre i percorsi, interamente in centro storico, quest’anno tornano ad essere due. Le distanze? 4 e 7 km. Il tracciato  toccherà gli angoli più suggestivi del centro storico: dalla Pescheria a Piazza San Leonardo, da Piazza Duomo a Piazza dei Signori, da Piazza San Vito a Riviera Santa Margherita. L’ultimo tratto del percorso sarà sopra le mura. Traguardo in prossimità del Bastione San Marco, dove sarà posizionato il ristoro finale. Qui la festa proseguirà a oltranza, animata dai deejay di Radio Company (media partner radiofonico ufficiale di Treviso in Rosa 2023), dalle lezioni di Zumba Fitness di Gloria Tasca e dai tanti espositori presenti nel village dell’evento. Ballo anche in Borgo Cavour, dove ci si divertirà con la musica e la simpatia di Michele Patatti Dj e la trascinante energia di Giorgia Pagotto.

Iscrizioni aperte fino al 3 maggio

Le iscrizioni a Treviso in Rosa rimarranno aperte sino a mercoledì 3 maggio. Per saperne di più: www.trevisoinrosa.it. Tutte le iscritte a Treviso in rosa riceveranno la t-shirt ufficiale, di colore rosa, e un simpatico zainetto, oltre al pettorale personalizzato con il proprio nome e a vari gadget. Mentre è a buon punto l’assegnazione dei kit di partecipazione ai 127 gruppi iscritti a Treviso in rosa, comincia anche il conto alla rovescia in vista della distribuzione del materiale alle partecipanti che si sono iscritte alla manifestazione a titolo individuale. L’appuntamento è per sabato 6 maggio, al BHR Treviso Hotel (via Postumia Castellana 2, Quinto di Treviso), tradizionale quartier generale dell’evento. La distribuzione inizierà alle 9 e proseguirà senza sosta sino alle 18. Per chi arriva da più lontano sarà possibile ritirare il kit di partecipazione anche domenica 7 maggio, in zona partenza sulle Mura, dalle 8 alle 9. Appuntamento al 7 maggio, la domenica più rosa che ci sia. 

Video popolari

Treviso in rosa, si va verso il superamento di quota 10mila iscritte

TrevisoToday è in caricamento