menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Natalino Cadamuro

Natalino Cadamuro

La Tarvisium piange uno dei suoi fondatori, addio a Natalino Cadamuro

Originario di Spresiano, aveva 75 anni ed aveva guidato nel 1972 le “magliette rosse” della città di Treviso ad uno storico scudetto giovanile, tre anni dopo la fondazione

Lutto nel mondo della palla ovale della Marca per la scomparsa di Natalino Cadamuro, figura di riferimento assoluto per il rugby veneto ed italiano. Nato a Spresiano nel 1945,  è stato tra i fondatori nel 1969 della Ruggers Tarvisium, le “magliette rosse” della città di Treviso, guidando da tecnico la sua squadra ad uno storico Scudetto giovanile a soli tre anni di distanza, nel 1972, forgiando con impressionante continuità generazioni di talenti purissimi, tra i cui nomi basti citare quelli di Marchetto, di Robazza o dei fratelli Francescato.

Profondamente innamorato del suo sport, Cadamuro si dedicò in parallelo anche alla carriera di arbitro, affermandosi rapidamente come miglior fischietto italiano (230 le partite dirette in Serie A tra il 1974 ed il 1992), chiamato a dirigere ben 25 incontri internazionali dall’International Board.

"Il Presidente Marzio Innocenti -si legge sul sito della federazione veneta- a nome di tutto il Comitato, intende esprimere alla famiglia e al Club le più sentite condoglianze, certo di farsene interprete per conto di tutto il movimento veneto". Le esequie si svolgeranno in forma laica sabato  25 gennaio alle ore 11, presso gli impianti San Paolo di via Olimpia a Treviso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Attualità

Decreto riaperture, la bozza: «Il coprifuoco resta alle 22»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento