rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità Santa Bona / Via Dalmazia

La chiesa del Sacro Cuore avrà finalmente un sagrato, lavori al via

Il progetto dei lavori di risistemazione dell'area saranno eseguiti grazie ad un accordo tra Alto trevigiano servizi, Comune di Treviso e dalla parrocchia guidata da don Giovanni Giuffrida

La parrocchia del Sacro Cuore di Gesù avrà finalmente un sagrato, ottenuto grazie ai lavori di riqualificazione che prevedono appunto la realizzazione di una piazza riservata alla comunità, ottenuta sacrificando alcuni stalli di parcheggio. Il progetto, ha spiegato Alto Trevigiano Servizi in una nota, è frutto di un accordo fra Comune e Ats e prevede il rifacimento del parcheggio e la creazione di un sagrato a disposizione della parrocchia, oltre a consentire un nuovo accesso carrabile alla sede Ats di via Lancieri. Il nuovo progetto propone la razionalizzazione degli stalli, posa di nuovo manto d’usura e realizzazione di nuova segnaletica orizzontale che permetta un flusso circolatorio dei veicoli più fluido e sicuro. Le auto spariranno da davanti la chiesa, dove invece verrà ricavato lo spazio per il sagrato. La superficie sarà delimitata da un sistema di dissuasori alti 90 centimetri e del diametro di 30 centimetri; i dissuasori posizionati a ridosso della scalinata della chiesa saranno invece metallici e amovibili, per consentire il passaggio e lo stallo di veicoli durante le cerimonie religiose. Il progetto prevede anche l’installazione di due nuovi punti luce. Si tratta di lampioni a led. È poi previsto a progetto l’utilizzo di due lampade stradali per l’illuminazione dell’area del sagrato durante la sera, aumentandone la sicurezza. La nuova disposizione dei posti auto sarà comunque realizzata senza far perdere nemmeno un parcheggio.

Ats aveva iniziato i lavori lo scorso settembre, realizzando, a partire dal piazzale della chiesa, acquedotto e fognatura in via Dalmazia e via Monfalcone. A breve invece partiranno i lavori davanti alla chiesa: “Sarà sistemata tutta l’area della piazza - ha raccontato don Giovanni Giuffrida, parroco di Sacro Cuore -. Abbiamo lavorato con Comune e Ats per quasi tre anni, ora a gennaio 2022 dovrebbero iniziare i lavori e in un paio di mesi dovrebbero essere terminati. Abbiamo concesso al Comune una parte delle nostre proprietà e viceversa ha fatto l’Amministrazione, perché si potessero razionalizzare i lavori. L’intervento sarà prevalentemente a carico di Ats, in parte dell’Amministrazione, mentre a noi spettano alcuni oneri”.

«La soddisfazione per i nuovi spazi è grande -ha spiegato il parroco, don Giovanni Giuffrida al settimanale diocesano "La vita del popolo"- Oggi abbiamo una piazza che è solo un parcheggio, e anche molto disordinato, poi avremo un’area per l’incontro e per le celebrazioni, che prima dovevamo lottare per ottenere. L’intervento ridà dignità al luogo, che diventerà punto di incontro non solo per la nostra comunità, ma anche per la società civile. Era un progetto atteso e desiderato e siamo soddisfatti anche perché è un lavoro che è stato condotto insieme, in collaborazione con i vari enti, e condotto bene».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiesa del Sacro Cuore avrà finalmente un sagrato, lavori al via

TrevisoToday è in caricamento