rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Elezioni amministrative 2021: seggi aperti in otto Comuni della Marca

Dalle ore 7 alle 23 di domenica 3 ottobre e dalle 7 alle 15 di lunedì si eleggono i sindaci di: Conegliano, Cordignano, Monfumo, Montebelluna, Oderzo, Portobuffolè, Villorba e Volpago. Eventuali ballottaggi il 17 e 18 ottobre. Per votare non serve il Green Pass

Domenica 3 ottobre, dalle ore 7 alle 23, e lunedì 4 ottobre dalle, 7 alle 15, si svolgeranno le consultazioni elettorali per l'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali nonché per l'elezione dei consigli circoscrizionali. In tutta Italia andranno al voto 1.192 Comuni, di cui 19 capoluoghi di provincia, per un numero di elettori pari a 12.147.040. In provincia di Treviso sono otto i Comuni chiamati al voto: Conegliano, Cordignano, Monfumo, Montebelluna, Oderzo, Portobuffolè, Villorba e Volpago del Montello. L'eventuale turno di ballottaggio si terrà il 17 e 18 ottobre. Nei Comuni al di sotto dei 15mila abitanti non è previsto il ballottaggio: vincerà il candidato sindaco che ottiene la maggioranza relativa dei voti.

Cosa serve per votare

Per votare non serve il Green pass. Oltre alla tessera elettorare è sufficiente uno di questi documenti di identificazione: la carte d'identità (anche se scaduta da un anno), la ricevuta della richiesta della carta d'identità elettronica, la patente, il passaporto, il libretto della pensione, il porto d'armi, tessere di riconoscimento rilasciate da ordini professionali, tessere rilasciate da un'amministrazione dello stato munite di foto e timbro. Per votare ovviamente è necessaria la scheda elettorale di cui si può chiedere chiedere il duplicato presso gli uffici comunali in caso di smarrimento o furto (con denuncia) e in caso di esaurimento degli spazi sulla scheda stessa

Come si vota

È possibile votare tracciando un segno sul nome del candidato o della candidata: in questo caso il voto andrà soltanto a lui o a lei; oppure si può votare per una delle liste collegate, e in questo caso il voto andrà al candidato o alla candidata e anche al partito relativo. È possibile anche il voto disgiunto che però non riguarda la Regione Calabria, ma solo i comuni e neppure tutti. Infatti questa scelta di voto è possibile soltanto nelle città che hanno almeno 15mila residenti. In pratica, quando il cittadino si troverà di fronte alla scheda elettorale, metterà una croce sul nome del sindaco che si sceglie e poi, sulla stessa scheda, apporrà il segno su una lista opposta a quel sindaco (In questo caso il voto va al sindaco e al partito dell'altra coalizione).

Oppure scriverà i nomi dei candidati in consiglio comunale di una lista in opposizione a quel sindaco. In quest'ultimo caso, la scheda sarà valida, ma si dovranno votare un maschio e una femmina, pena l'annullamento della seconda preferenza. Il voto andrà al sindaco e ai due consiglieri comunali candidati della lista scelta (diversa da quella che sostiene il sindaco). Non si possono votare due liste diverse. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative 2021: seggi aperti in otto Comuni della Marca

TrevisoToday è in caricamento