menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro Nicola Atalmi

Al centro Nicola Atalmi

Nicola Atalmi eletto segretario generale della Slc Cgil del Veneto

La sigla ha celebrato il suo primo congresso regionale, superando la divisione provinciale precedente

Si è svolto ieri, giovedì 8 aprile, il primo congresso regionale della Slc Veneto, che ha eletto come segretario generale Nicola Atalmi. Il Sindacato lavoratori della Comunicazione, a causa delle restrizioni covid,  ha sperimentato la modalità online sulla piattaforma della Cgil Futuralab per concludere il percorso che ha portato alla regionalizzazione della categoria, che va a superare la divisione provinciale precedente costituendo una unica federazione regionale, al fine di produrre sinergie positive per coprire tutto il territorio e tutti i diversi settori della categoria.

La Slc rappresenta in Veneto le lavoratrici e i lavoratori di settori molto diversi: si va dal settore industriale ed artigiano della carta, degli imballaggi in cartone e della grafica, ai lavoratori delle Poste e dei recapiti, da quelli delle telecomunicazioni fino alla produzione culturale, lo spettacolo e lo sport. Il Congresso, al quale hanno partecipato il segretario generale del Veneto Christian Ferrari e il segretario generale nazionale della Slc Fabrizio Solari, ha eletto segretario generale della Slc Cgil Veneto Nicola Atalmi, già segretario della Slc di Treviso e attualmente anche segretario confederale della Cgil di Treviso. Al suo fianco Alessandra Milani di Padova, responsabile delle Telecomunicazioni, e Marco D’Auria di Venezia, responsabile del settore Poste, oltre al Presidente del Comitato Direttivo regionale Mario Lumastro, veronese e responsabile del settore Cultura e Spettacolo.

«Nostro compito - dichiara Nicola Atalmi - è ricucire e unire un mondo del lavoro sempre più frammentato. Dobbiamo rappresentare settori anche molto diversi fra loro. Ci sono ambiti che non sono stati toccati dalla crisi determinata dalla pandemia, come l’industria degli imballaggi, le telecomunicazioni e le poste, e la realtà della produzione culturale e degli spettacoli che è invece in ginocchio e deve essere assolutamente sostenuto e salvato. La scelta di costruire una unica Slc Veneta è un esperimento di autoriforma della nostra organizzazione sindacale per adeguarsi al lavoro che cambia, superando confini geografici, organizzativi e contrattuali allo scopo di essere sempre più presente sul territorio, nei luoghi di lavoro, dentro la crisi e i conflitti; soprattutto, al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento