Treviso, inaugurato il rinnovato sottoportico di San Parisio

La volta è stata restaurata e consolidata longitudinalmente con messa in forza mediante cunei di legno duro e stilatura delle fessure con malta strutturale

L'inaugurazione del sottoportico

È stato inaugurato questa mattina, venerdì 9 ottobre, alla presenza del sindaco Mario Conte e degli assessori Sandro Zampese e Alessandro Manera, il Sottoportico di San Parisio, ampiamente rinnovato dopo i lavori di restauro e posa degli Eco arredi da parte di Contarina. I lavori hanno riguardato il recupero del Sottoportico voltato che conduce alla piazza S. Parisio da via Manzoni. L’Amministrazione comunale ha accolto favorevolmente la proposta della ditta Volteco che si è offerta di sponsorizzare la donazione del materiale edile necessario al risanamento dei muri mediante il rifacimento degli intonaci con propri prodotti risananti.

Nel corso dell’intervento sono state rinvenute sulle pareti alcune parti decorate (croce e graffiti), mentre sull’arco verso la piazza, sotto l’intonaco, sono state trovate tracce delle colonne con capitello di imposta della storica arcata, ora rappresentate con segno a chiodo sull’intonaco ed abbassamento della tinta in corrispondenza della colonna e dei varchi porta. La volta è stata restaurata e consolidata longitudinalmente con messa in forza mediante cunei di legno duro e stilatura delle fessure con malta strutturale. In corrispondenza del varco di ingresso, da via Manzoni, è stata ricostruita la mezza voltina che nel tempo era stata demolita per consentire l’apertura verso l’interno del portone. Il restauro conservativo della volta è avvenuto mediante un’accurata descialbatura, stuccatura e velatura a calce finale con riequilibratura cromatica.

INAUGURAZIONE SOTTOPORTICO-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È stato rifatto e integrato l’impianto di pubblica illuminazione con cavo ad isolamento minerale e 5 plafoni a soffitto stilizzati a basso consumo a led. Inoltre, grazie a Contarina – alla inaugurazione era infatti presente anche il presidente Sergio Baldin - , sono stati installati Ecoarredi prodotti dalla ditta Davanzo (già approvati e installati in altre aree del contesto urbano del centro città) per mitigare l’impatto dei contenitori solitamente presenti nell’area. Sono chiusi con apposita chiave per garantire l’accesso esclusivamente agli utenti e all’operatore addetto alla raccolta. A progetto erano state previste somme per eventuale restauro di parti affrescate sulla volta che non sono state invece rinvenute. Le somme economizzate saranno utilizzate per un intervento di manutenzione della porta S. Tommaso, a dieci anni dal completamento dell’importante restauro per circa (22.000 euro), affreschi e marmorini interni a Palazzo Rinaldi (27.000 euro).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento