rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022

Avviata l'attività del punto vaccinazioni drive-in della Dogana

Mille tra medici, oss e infermieri non ancora vaccinati: rischiano la sospensione. Ben 4060 tra gli over 80 lo rifiutano, molti no nella fascia 70-74. Attualmente 126 ricoverati per il Covid negli ospedali della Marca, siamo ai livelli della scorsa estate

«Siamo nelle medesima situazione dell'estate scorsa». Il direttore generale, Francesco Benazzi, commenta soddisfatto gli ultimi dati riguardanti la diffusione del Covid-19 nella Marca: sono attualmente 126 le persone ricoverate negli ospedali della provincia, 26 quelle in terapia intensiva. Intanto oggi, lunedì 26 aprile, è stata avviata l'attività del punto vaccinazioni drive-in della Dogana, con le prime 500 persone e un'adesione vicina all'80% per le persone della fascia d'età 70-79 di cui in queste settimane, entro il 10 maggio, si punta a completare la somministrazione. Il prossimo 5 maggio si svolgerà un nuovo vax day dedicato.

Intanto il dg Benazzi ha reso noto il numero di persone della fascia d'età over 80 che hanno rifiutato il vaccino: sono in tutto 4.060. Preoccupa e non poco la ritrosia, riscontrata in questi ultimi giorni, soprattutto dei trevigiani e delle trevigiane tra i 70 e i 74 anni, ma Benazzi ha anche sottolineato che «siamo a livelli comunque altisssimi di vaccinazione» e soprattutto che non si sono verificati in provincia di Treviso episodi di reazioni avverse dopo l'inoculazione del vaccino.

C'è poi il capitolo del personale sanitario che continua a rifiutare il vaccino: sono un migliaio in tutto, la stragrande maggioranza operatori socio-sanitari (480), medici di famiglia (110), pediatri (44). A tutti l'Ulss invierà una lettera nei prossimi giorni: il rischio per molti è quello di incorrere in una sospensione dal lavoro. Da sottolineare comunque, allo stato attuale, la presenza un solo infermiere positivo in tutta l'Ulss 2.

Il fronte della scuola è sempre monitorato con forte attenzione. Si stanno verificando in questi ultimi giorni casi di positività multipli in alcune classi: è il caso di un istituto di Castello di Godego con due persone positive, ben nove quelle scovate in due classi di Valdobbiadene. Attualmente in provincia sono 164 le classi in quarantena o in monitoraggio.

benazzi-13-4

Video popolari

Avviata l'attività del punto vaccinazioni drive-in della Dogana

TrevisoToday è in caricamento