rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Terza dose dopo sei mesi anche per i vaccinati con J&J

E' raccomandata a chi ha concluso il ciclo di base da almeno sei mesi e appartiene alle seguenti categorie: ospiti e operatori di Rsa, soggetti con più di 80 anni

I risultati di vari studi condotti sia in Sud Africa che negli Stati Uniti hanno dimostrato risposta immunitaria umorale e cellulare duratura per il vaccino Janssen della J&J, comprese risposte anticorpali neutralizzanti contro la variante Delta così come il ceppo originale di SARS-CoV-2. Questi dati indicano un aumento degli anticorpi neutralizzanti nel corso di otto mesi dalla immunizzazione. Pertanto, al momento la vaccinazione con il vaccino Janssen può essere considerato allo stesso livello della vaccinazione a due dosi con i vaccini Vaxzevria, Comirnaty o Moderna.

La notizie che vorrebbero il vaccino Janssen non efficace sono prive, al momento, di fondamento scientifico e si basano sulla diffusione di uno studio non ancora pubblicato e che non ha superato la fase di validazione tra pari che costituisce il requisito fondamentale per questo tipo di studi. Questo significa che i soggetti che hanno ricevuto la dose di Janssen, hanno completato il ciclo di base e potranno sottoporsi ad una dose booster dopo sei mesi dalla immunizzazione e se rientrano nelle categorie per cui al momento la dose di richiamo è prevista. Al momento la dose booster è raccomandata a chi ha concluso il ciclo di base da almeno sei mesi e appartiene alle seguenti categorie: ospiti e operatori di RSA, soggetti con più di 80 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose dopo sei mesi anche per i vaccinati con J&J

TrevisoToday è in caricamento