rotate-mobile
Lunedì, 11 Dicembre 2023
Attualità Centro / Corso del Popolo

All'ex Sommariva ecco Viva Vittoria: migliaia di coperte colorate contro la violenza sulle donne

Il prossimo 27 novembre una gigantesca coperta, formata da centinaia di quadrati realizzati a ferri o a uncinetto, vestirà i passeggi delle mura di Treviso: nell'ex gelateria il campo base in città. I fondi raccolti a Telefono Rosa e Casa rifugio CasaLUNA Comune di Treviso

Dalla Marca un messaggio forte contro la violenza sulle donne attraverso una grande “opera relazionale condivisa”, fatta di quadrati di lana colorati. Arriva anche a Treviso Viva Vittoria, la gigantesca coperta cucita da centinaia di donne di tutta la provincia (e non solo), che il prossimo 27 novembre rivestirà le mura cinquecentesche del centro storico per raccogliere fondi a favore di due realtà attive nel territorio contro la violenza di genere, Centro Antiviolenza Telefono Rosa di Treviso e Casa Rifugio CasaLUNA del Comune di Treviso.

L’iniziativa è stata presentata quest’oggi presso l’ex Sommariva, locale simbolo di ponte San Martino utilizzato come vetrina del progetto, che è coordinato dall’associazione “Up – I sogni fuori dal cassetto” con il supporto di decine di associazioni e centinaia di volontari in tutta la Marca.

Viva Vittoria è un format, ideato dall'Associazione Viva Vittoria OdV, che nasce dal coinvolgimento delle persone, alle quali viene chiesto di realizzare un quadrato in maglia 50x50 cm, realizzato a ferri o uncinetto. I quadrati raccolti vengono poi cuciti quattro alla volta da un filo rosso, colore simbolo della lotta alla violenza sulle donne, per creare una maxi-coperta che, come un’istallazione artistica, sarà distesa lungo i passeggi delle mura. Le coperte saranno quindi oggetto di una raccolta fondi: durante la giornata dell’esposizione, chiunque potrà riscattare una o più coperte versando una donazione che andrà poi a sostenere concretamente le donne vittime di abusi, attraverso i progetti realizzati da Telefono Rosa e Casa rifugio CasaLUNA Comune di Treviso.

«Vogliamo ringraziare tutti coloro che stanno collaborando al progetto», afferma Rosa De Filippo, presidente di “Up (nel video qui sopra) – I sogni fuori dal cassetto”, associazione che ha già coordinato l’evento Viva Vittoria realizzato nel 2021 sulle Tre Cime di Lavaredo e che è attiva nella Marca durante le festività con l’iniziativa benefica delle “Scatole di Natale”. «In queste settimane si è attivata una grande rete di “knitters”, di donne che stanno cucendo centinaia di quadrati, grazie al coinvolgimento di enti e associazioni da tutta la provincia. L’invito a partecipare è tuttora aperto a chiunque sia interessato, scrivendoci a vivavittoria.treviso@gmail.com: l’obiettivo è avere una grande coperta, per raccogliere quante più donazioni possibili, ma soprattutto per condividere un’esperienza che è metafora di creazione e sviluppo di sé e crea un'attitudine all'incontro e alla relazione. Un grazie particolare alla proprietà del Sommariva, che oltre a fungere da laboratorio per l’assemblamento delle coperte, sarà la vetrina di Viva Vittoria, favorendo la visibilità del progetto nel cuore della città».

«Siamo davvero felici di portare a Treviso questo evento, che ha già raggiunto 21 piazze italiane – spiega Cristina Begni, presidente di Viva Vittoria ODV - Grazie all'impegno di 160mila knitters, che hanno realizzato altrettanti quadrati di maglia, dal 2015 a oggi Viva Vittoria ha raccolto oltre 690mila euro attraverso la raccolta fondi proveniente dalle coperte, che hanno consentito di aiutare concretamente 35 Centri antiviolenza in tutta Italia».

L’evento si svolgerà con il patrocino di Regione Veneto, Provincia e Comune di Treviso e della Commissione Pari Opportunità. Così il sindaco di Treviso, Mario Conte: «Siamo veramente orgogliosi di sostenere il progetto Viva Vittoria Treviso che permette di conoscere sempre di più una realtà del territorio che da anni che offre alle donne e ai loro bambini la possibilità di avere un luogo sicuro dove riprogettare la propria vita allontanandosi dalla violenza. L'iniziativa potrà aiutarci a realizzare all'interno di CasaLUNA una ludoteca dedicata ai bambini accolti e favorire, per le donne, la partecipazione ad attività presenti nel territorio di promozione del benessere personale. Siamo felici che questo progetto contribuisca a tenere i riflettori alti su una rete che nel nostro Distretto è coordinata dal Comune di Treviso che, proprio a tale scopo, un anno fa ha dedicato un'Unità Operativa all'interno dei servizi sociali».

«Il Centro Antiviolenza Telefono Rosa di Treviso ringrazia l’Associazione Viva Vittoria, “UP - i sogni fuori dal cassetto” e tutti coloro che stanno partecipando alla realizzazione di questa iniziativa contro la violenza di genere con il coinvolgimento di moltissime donne attive nel confezionamento delle coperte un lana», aggiunge Monica Inio, coordinatrice del Centro Antiviolenza Telefono Rosa di Treviso. «I fondi destinati al nostro Centro saranno impegnati in Progetti di Prevenzione e Sensibilizzazione negli Istituti Scolastici, in una cultura alla Non Violenza, con l’obiettivo di creare relazioni fondate sul rispetto uomo-donna».

Partner sostenitore del progetto è anche Fondazione Conad, che attraverso i soci di Commercianti Indipendenti Associati - Conad di Treviso collaborerà attivamente alla raccolta di coperte e fondi per l’evento di Viva Vittoria. «Essere al fianco delle realtà che ogni giorno lottano contro la violenza di genere, sostenendo le donne e offrendo loro nuove opportunità, è tra le prime priorità di Fondazione Conad ETS - racconta Maria Cristina Alfieri, Direttrice della Fondazione -. È con questo spirito che condividiamo con Viva Vittoria un progetto nazionale, che prevede un forte coinvolgimento delle Cooperative e dei Soci Conad a supporto delle attività svolte in tante piazze d’Italia. L’iniziativa di Treviso si inserisce in questo contesto, e siamo felici che i Soci di Treviso diano un contributo importante per coinvolgere le persone in un progetto che dice NO alla violenza sulle donne, dimostrando ancora una volta il loro impegno a favore della comunità».

Oltre a promuovere la realizzazione e raccogliere i quadrati di maglia all’interno dei punti vendita, i Soci CIA-Conad di Treviso hanno deciso di devolvere all’Associazione 10 centesimi a scontrino nei giorni 24, 25, 28 e 29 novembre presso i punti vendita di Treviso (Conad di via Ghirada, Conad City di via Risorgimento e di viale IV Novembre) presso Conad di via Erizzo a Valdobbiadene, Conad di via Roma a Ponzano Veneto, Conad City di via Marmolada a Povegliano e Spazio Conad in via Postumia a San Biagio di Callalta.

«È assolutamente necessario che le donne che hanno subito violenza sentano intorno a loro un mondo che le accoglie e le protegga soprattutto tramite gesti e azioni concrete. - dice Federica Corzani direttrice assistenza rete di Commercianti Indipendenti Associati, la Cooperativa che riunisce i Soci CONAD del territorio -. CIA-CONAD insieme ai soci del territorio di Treviso partecipa e sostiene questa iniziativa, con l’auspicio che l’ascolto e l’attenzione individuale e collettiva non durino solo per lo spazio dell’evento e della giornata in sé, ma che diventino una modalità indiscutibile e indiscussa per il futuro delle generazioni che verranno dopo la nostra».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'ex Sommariva ecco Viva Vittoria: migliaia di coperte colorate contro la violenza sulle donne

TrevisoToday è in caricamento