Nuovo regolamento della Ztl: «Orari incompatibili per chi lavora in città»

Franco Storer, presidente del mandamento trevigiano di Casartigiani: «Il provvedimento colpirebbe artigiani e commercianti. Si apra delle 6 alle 10 di mattina e la sera dalle 17 fino alla chiusura»

La zona Ztl

«Sono orari incompatibili con chi lavora in centro». Franco Storer critica il provvedimento annunciato dal sindaco di Treviso Mario Conte per limitare gli accessi di corrieri e fornitori nelle zone a traffico limitato. «Lo spazio di accesso dalle 5.30 alle 9.30 non ha senso, visto l’orario di apertura dei negozi, e lo stesso vale per lo spazio della pausa pranzo tra le 13 e le 15. Proponiamo che si faccia come in altre città: la mattina libero accesso per chi consegna merce almeno fino alle 10, e la sera dalle 17 alla chiusura. Condividiamo l’idea di riordinare l’ingresso alle Ztl di corrieri e fornitori, ma gli orari indicati dal Comune andrebbero solo a penalizzare chi deve accedere per lavorare. Chiediamo anche che il tempo della sosta per il carico e scarico in Calmaggiore sia riportato ai tradizionali 20 minuti». Infine Casartigiani si augura «che inizi un confronto vero sulla disciplina di ingresso alle Ztl. Siamo aperti a collaborare con l’amministrazione per conciliare l’esigenza di un riordino dell’accesso al centro e quelle di artigiani e commercianti che in città lavorano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Coronavirus, attenzione al massimo anche in Veneto

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

Torna su
TrevisoToday è in caricamento