Accessi al Tribunale di Treviso, si farà tutto con un App

Novità per il Palazzo di Giustizia: attraverso un calendario digitale elaborato secondo le esigenze dell’ufficio giudiziario si fisseranno appuntamenti per svolgere tutte le pratiche presso le cancellerie competenti in un determinato giorno e orario

In Tribunale a Treviso si entrerà con prenotazioni on line

Inizierà il 25 maggio la fase di applicazione delle prenotazioni on line in Tribunale a Treviso. Giorni orari  per definire gli ingressi fisici in tribunale da parte di avvocati o normali utenti ma la soluzione ideata dal gruppo Edicom, società che dal 1997 opera nell’ambito della pubblicità legale delle vendite giudiziarie e nella realizzazione di software per i professionisti che lavorano nel mondo della giustizia, collaborando con i principali tribunali italiani, sarà utilizzata anche dopo la pandemia, permettendo ai presidenti dei palazzi di giustizia di ripensare e ridisegnare l’organizzazione degli uffici. 

L'applicativo Stc, presentato il 19 maggio, sarà possibile utilizzarlo attraverso il sito del tribunale di Treviso. L’utente, che sia un professionista o un cittadino, deve registrarsi in Stc e poi può procedere, attraverso un calendario digitale elaborato secondo le esigenze dell’ufficio giudiziario, a fissare uno o più appuntamenti per svolgere tutte le pratiche presso le cancellerie competenti in un determinato giorno e orario. Il sistema è in grado di individuare e proporre all’utente i giorni maggiormente favorevoli per eseguire nella medesima giornata tutte le attività richieste. Non un semplice calendario digitale con le finestre per la prenotazione, ma un applicativo che, come accade per i portali dedicati alla prenotazione di voli aerei o alberghi, propone all’utente la soluzione migliore. Nel caso specifico il giorno e l’ora in cui svolgere più operazioni possibile. Operazioni che possono essere scelte da un’apposita lista (in pratica tutte quelle possibili in tribunale, salvo quelle a pagamento per cui si sta lavorando e che saranno operative in futuro, ndr) e inserite in una sorta di carrello, come accade per i siti di e-commerce. 

«Stc nasce come start-up da una collaborazione con il tribunale di Treviso che ha avuto un ruolo attivo nell’ideazione del progetto - spiega il presidente Antonello Fabbro - ha già raccolto l’interesse di molti tribunali e uffici dell’intero distretto della Corte di Appello di Venezia. Martedì 19 Maggio l’applicativo Stc, che punta a modificare in modo permanente le abitudini di interfacciarsi con il mondo della giustizia, verrà presentato, in anteprima, proprio in tribunale a Treviso, che risulterà di fatto il primo fruitore del servizio». Il sistema inoltre dispone di un’interfaccia utente per la prenotazione e di un’area dedicata all’ufficio giudiziario per la gestione di tutte le prenotazioni. Entrambe le aree infatti comunicano attraverso un sistema di messaggistica interna e ogni singolo ufficio dispone di proprie credenziali di accesso. L’applicativo punta quindi a modificare in modo permanente le abitudini di chi frequenta i tribunali e anche di chi ci lavora, rendendo qualsiasi procedura più snella ed evitando a tutti gli utenti, avvocati compresi, di effettuare viaggi a vuoto per chiedere un accesso agli atti o depositare un’istanza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

  • Il sorriso di Claudia si spegne a soli 56 anni: fatali una malattia e il Covid

Torna su
TrevisoToday è in caricamento