Attualità

Troppi assembramenti al parco “ae Barche”, il Comune ne vieta l'ingresso

Dopo molteplici segnalazioni di pic-nic abusivi lungo il Piave, con tanto di rifiuti abbandonati, il sindaco Turato ha deciso di vietare a chiunque, fino al 30 giugno, l'accesso alle "grave"

Da oggi, e fino al prossimo 30 giugno, a Covolo di Pederobba non si potrà più accedere in massa alle "grave" del Piave lungo il parco pubblico “ae Barche”. Il sindaco Marco Turato, infatti, ha deciso di emettere una nuova ordinanza che pone il "divieto di stazionamento" in tutta la zona, mantenendo comunque il permesso di accesso per tutti coloro che invece vogliano accedervi per una semplice passeggiata seppur mantenendo il distanziamento sociale. Il provvedimento arriva a seguito di innumerevoli segnalazioni, anche fotografiche, di assembramenti nel weekend lungo le "grave", con tanto di innumerevoli rifiuti di ogni genere abbandonati in tutta l'area. Dopo un sopralluogo sul posto da parte della Amministrazione comunale, il sindaco ha poi chiesto a Contarina di intervenire per ripulire il greto del fiume Piave dall'immondizia lasciata da più di qualche incivile. Insomma, da oggi niente più sosta per pic-nic, giochi, bivacchi, campeggio e qualsiasi altro raduno di persone, ciò in tutti i giorni della settimana e lungo tutte e 24 le ore giornaliere.

Questo il commento dell'assessore comunale Fabio Maggio: "L'ordinanza si è resa necessaria a seguito del fatto che, nella zona, si sono registrati diversi assembramenti durante le prime giornate di sole del mese. E' parso quindi assolutamente necessario fissare subito dei paletti per evitare un rischio concreto per la salute pubblica. Coglieremo dunque l'occasione della chiusura dell'area anche per una risistemazione generale visto che stiamo concordando con Contarina un accesso in loco così da provvedere ad una pulizia generale dell'area. Nel corso dei mesi di lockdown, infatti, molti sono stati gli incivili che in spregio alle norme hanno bivaccato sulle sponde lasciando i loro rifiuti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi assembramenti al parco “ae Barche”, il Comune ne vieta l'ingresso

TrevisoToday è in caricamento