rotate-mobile
Attualità Oderzo

Donne e tumore alla mammella: un successo il Festival della bellezza di Oderzo

L'obiettivo di "Amiche per la pelle" è quello della riduzione dei tempi di recupero della qualità di vita della donna e della sua femminilità

Domenica 12 giugno, a Ca’ Lozzio di Piavon di Oderzo, si è tenuta la presentazione al pubblico e alle Istituzioni dei più recenti progetti di "Amiche per la Pelle", con alcune novità di assoluto livello mondiale. Per l'occasione sono intervenuti il Dr Nicola Balestrieri (Chirurgo Senologo e Direttore Scientifico di Amiche per la Pelle APS), il Dr Pierluigi Signorini (Country Manager Italia di GC Aesthetics® e del progetto Italia FixNip™ NRI), la D.ssa Silvia Guarnieri (Ginecologa e coordinatrice scientifica del progetto Amica Mia), il Dr Mirco Casteller (Psicologo e Psicoterapeuta - Presidente del Comitato Tecnico Veneto Welfare), il Dr Ferdinando Barracano (Consulente Mutualistico - Mutua MBA), il Prof. Giacinto La Verde (Presidente Associazione per i Pazienti Ematologici, presso l’A.O.U. Sant’Andrea di Roma) e Manuela Tonon (Presidente di Amiche per la Pelle APS),

La prima importante novità presentata è stata la partnership tra l’Associazione e GC Aestethics, leader europeo nelle protesi mammarie, nel quadro di Tattoo & Salute, il progetto per lo sviluppo di un sistema sicuro per il tatuaggio con metodo sanitario, che, abbinandosi alla novità assoluta del dispositivo FixNip, prima protesi al mondo per la ricostruzione del complesso Areola-Capezzolo, impiantabile in sede ambulatoriale in anestesia locale, rappresenta un balzo in avanti di portata assoluta nel compimento del pieno recupero della self-confidence della paziente oncologica. Il Dr Nicola Balestrieri, già direttore del corso di chirurgia oncoplastica all’università di Bordeaux, è il chirurgo designato per l’avviamento in Italia e all’estero di questa soluzione innovativa, che ha presentato in anteprima nel mese di maggio 2022 nei principali congressi di chirurgia plastica in Italia e in Spagna.

La seconda novità presentata è stata il progetto Amica Mia, che l’associazione ha dedicato alla soluzione di disfunzioni e patologie dell’apparato uroginecologico connesse alla menopausa, che spesso viene indotta dalle terapie farmacologiche anti tumorali nella paziente oncologica in età fertile. Il problema è diffusissimo e tocca anche gravemente la sfera dell’intimità di coppia, eppure viene ancora difficilmente denunciato da chi ne soffre, quindi l’Associazione ha ritenuto importante occuparsene in modo deciso, dotandosi di apparecchiature innovative che attraverso l’applicazione di radiofrequenze e l’elettroporazione di gel a base di acido ialuronico su cute, mucosa, muscoli, legamenti e tessuto connettivo del comparto pelvico, permettono di recuperare tono e consistenza delle parti trattate, risolvendo i problemi uroginecologici anche nel giro di poche sedute. 

La terza novità è stata l’annuncio della partnership con Mutua MBA, la più grande mutua italiana, che ha riconosciuto Amiche per la Pelle APS come soggetto qualificato all’erogazione di prestazioni sanitarie nell’ambito del carcinoma mammario, offerte da MBA ai propri soci in specifici programmi di assistenza. Già dal 2021, su istanza dell’Associazione, MBA ha accettato di includere il tatuaggio del CAC (complesso areola-capezzolo) con metodo sanitario, nelle spese per cure oncologiche riconosciute nelle proprie coperture. Oggi Amiche per la Pelle e MBA intendono attivare la loro collaborazione per mettere a punto un modello innovativo di erogazione di welfare sanitario, ad integrazione dei servizi offerti dal Servizio Sanitario Nazionale nella riduzione dei tempi di recupero della qualità di vita della donna e della sua femminilità, creando e diffondendo soluzioni concrete ad alcuni dei problemi che affliggono la donna colpita dal tumore della mammella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne e tumore alla mammella: un successo il Festival della bellezza di Oderzo

TrevisoToday è in caricamento