Istruttore del Cai e lavoratore in cantina: Samuele muore a 44 anni

Samuele Dal Bo, residente nel Comune di Colle Umberto, ha perso la vita a causa di un tumore contro cui stava lottando ormai da cinque anni. Lavorava in cantina a Conegliano

Samuele Dal Bo in montagna (Foto tratta da Facebook)

Chi lo conosceva bene sapeva quanto fosse grande il suo amore per la montagna e le escursioni. Dopo cinque anni trascorsi tra terapie e ospedali però, Samuele Dal Bo non è riuscito a completare la sua scalata più importante: quella contro un tumore maligno che l'ha stroncato, sabato 21 marzo, a soli 44 anni, lasciando senza parole le tantissime persone che l'avevano conosciuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", Dal Bo viveva nel Comune di Colle Umberto ma era molto conosciuto anche nella zona di Conegliano dove lavorava per la cantina Serena. La sua vera passione, però, era quella per l'alpinismo. Dal Bo era istruttore regionale del Cai, tesserato nella sede di Motta di Livenza. Gli mancava un solo esame per diventare guida alpina. Un sogno che la malattia ha interrotto in maniera tragica. La prima diagnosi era avvenuta nel 2015 ma la malattia non era riuscita a scalfire il suo amore per i monti dov'era tornato anche negli ultimi anni per una serie di escursioni con il Cai prima che le sue condizioni di salute si aggravassero in maniera drastica. Oggi lo piangono la moglie Laura, il papà Vittorino, il fratello Matteo e le sorelle Armida ed Emanuela. La sepoltura si terrà in forma privata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Geox, cooperativa Venere in liquidazione: «Tutelare contratti e posti di lavoro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento