“Una finestra aperta”: Mogliano dipinge la città con messaggi e simboli di resilienza

Il Comune intende aprire una finestra attraverso cui mettere in contatto tutte le categorie della cittadinanza che più soffrono questa situazione di distanziamento sociale e solitudine

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia. Mantenere attive le persone, offrire loro un’occasione di scambio, ridurre la sensazione di solitudine. Sono giorni, questi, in cui stiamo affrontando una sfida collettiva tutta nuova: per contenere il contagio da Covid-19, è diventato imprescindibile osservare il distanziamento sociale e promuovere limitazioni del contatto umano che, fino a qualche mese fa, si vedevano solo nei film di fantascienza. Diventa quindi fondamentale, oggi, portare a tutti empatia e vicinanza. Questo lo spirito che ha animato l’amministrazione comunale nel lanciare un programma sociale in cui la stessa comunità possa prendersi cura della comunità, “contagiando” tutti i cittadini, dipingendo la città, tappezzandola con messaggi colorati e simboli tangibili di resilienza: “Una finestra aperta”.

Il Comune di Mogliano Veneto, insomma, intende aprire letteralmente una finestra attraverso cui mettere in contatto tutte le categorie della cittadinanza che più soffrono questa situazione di distanziamento sociale e solitudine. Il progetto, redatto dalle Assistenti Sociali del Comune di Mogliano di concerto con l’Assessore al Sociale Giuliana Tochet, nasce con l’obiettivo di stimolare una rete d’interazioni e scambi creativi, favorendo la realizzazione di messaggi di solidarietà e gioia di vivere. Cartelloni, dipinti, corsi online, ma anche parole e condivisione saranno la ricetta per avvicinare le persone e trascorrere momenti di serenità, anche restando a casa. È una rete che sfrutta i mezzi di comunicazione digitale ma anche altri canali, dedicata alle persone fragili, che si riconoscono e vengono a prendersi per mano, per sostenersi l’uno con l’altro, come si fa in una comunità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E poiché anche solo un pensiero può tenere compagnia, la prima finestra aperta è verso gli ospiti e il personale dell'Istituto Costante Gris. Se un piccolo gesto vale più di mille parole, oggi le assistenti sociali e un'educatrice del Comune di Mogliano Veneto hanno consegnato agli ospiti i disegni realizzati dai bambini e dai ragazzi moglianesi, mentre il “grazie” per il personale che in questi mesi si è speso molto per affrontare l'emergenza Covid-19, è arrivato insieme a dei bellissimi fiori che non sfioriranno mai, come la gratitudine di un’intera città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento