menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Luciano Bragaggia

Foto di Luciano Bragaggia

Accordo con le università: a Treviso 200 studenti Erasmus

L’assessore Alessandro Manera ha annunciato nelle scorse ore il piano per rendere Treviso una città sempre più universitaria. Il progetto dovrà essere presentato entro febbraio

Il sogno di una Treviso sempre più universitaria potrebbe presto diventare realtà grazie al progetto che vede coinvolti il Comune e le sedi trevigiane dell'Università di Padova e di Ca' Foscari.

L'idea, lanciata dal sindaco Mario Conte e presentata nelle scorse ore dall'assessore Alessandro Manera, è quella di portare in città ben 200 studenti Erasmus non solo per rendere la città un polo universitario sempre più internazionale ma anche per creare un nuovo indotto alla vita cittadina di Treviso. Il bando Erasmus Plus, finanziato con fondi europei, dovrà essere presentato entro il prossimo 5 febbraio e potrebbe valorizzare il ruolo di Treviso promuovendo le sue università in tutta Europa. Gli studenti saranno sia in arrivo che in partenza: l’azione infatti è rivolta anche agli studenti che frequentano le sedi lungo il Sile perché possano in futuro fare esperienze all'estero e acquisire competenze spendibili nel mondo del lavoro. Ad accompagnare il Comune nel progetto ci saranno, come detto, le università di Padova e Venezia e la cooperativa sociale onlus Centro Servizi Associati di San Vendemiano. Il sogno è quello di presentare un bando per dare vita a un campus in grado di portare nuova vita e progetti internazionali nel capoluogo di Marca. Un investimento non solo per l'istruzione dei giovani ma per il futuro di tutta la città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento