rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Covid, Zaia: «Da giovedì in Veneto iniziamo a vaccinare i 60enni»

Lunedì 26 aprile il punto stampa del presidente insieme all'assessore Lanzarin e al dottor Rosi. Prenotazioni aperte dalle ore 14 di oggi. Primi due casi di variante indiana a Bassano

«Oggi iniziamo un nuovo percorso, si passa alle responsabilità individuali: questa fase di convivenza con il virus è necessaria, spero ne usciremo imboccando la strada giusta senza avere nuovi contagi». Lunedì 26 aprile Luca Zaia inizia con queste parole il punto stampa sull'emergenza Covid in Veneto nel primo giorno di zona gialla. «Non ho mai creduto in uno Stato di polizia o nei controlli eccessivi, stiamo però parlando di Covid. Non si rischia solo la propria salute ma quella di tutte le persone che ci stanno intorno. Nonostante questo non chiederemo al Governo di mandarci le forze dell'ordine per aumentare i controlli in zona gialla. Il coprifuoco resta un limite evidente al settore turistico».

Novità importante sulle vaccinazioni: «Abbiamo già vaccinato, con almeno una dose, un milione e mezzo di veneti. Da giovedì 29 aprile inizieremo a vaccinare, con una settimana di anticipo, i 60enni in tutte le Ulss del Veneto. Le prenotazioni saranno aperte dalle ore 14 di oggi sul portale della Regione. Possiamo iniziare le vaccinazioni dei 60enni perché abbiamo avuto un 30% di rinunce tra i 70enni, in molti casi perché non vogliono farsi AstraZeneca. L'appello per chi ha più di 70 anni resta quello di prenotarsi nei prossimi giorni, il portale per loro resta sempre aperto. Nelle terapie intensive, ad aprile, sono entrati solo 8 ottantenni, è il segnale che le vaccinazioni stanno funzionando. Ci servono però nuove dosi - spiega Zaia - Questa mattina in magazzino avevamo 134mila dosi disponibili. Oggi sono arrivate 19mila nuove dosi Moderna, 10mila AstraZeneca, 170mila nuove dosi Pfizer in arrivo mercoledì e disponibili da giovedì 29 aprile quando inizieremo le vaccinazioni dei 60enni. Spero solo - conclude Zaia - che le varianti non diventino un problema. A Bassano del Grappa abbiamo trovato i primi due casi di variante indiana in due cittadini indiani (padre e figlia maggiorenne), rientrati dall'India nelle scorse settimane. Sono entrambi in isolamento nella loro abitazione. Al momento non ci sono allerte rosse, sembra ci siano altri due casi, al vaglio in queste ore, ma stiamo gestendo la situazione senza allarmi. Il virus in India sta avendo effetti così devastanti perché il loro sistema sanitario non è come quello dei Paesi occidentali».

Terapie intensive: il monitoraggio

vaccini-grafico-2

Dopo il Governatore, il dottor Rosi ha fatto il punto sui tassi di occupazione nelle terapie intensive. «Ad oggi abbiamo 187 positivi in terapia intensiva, 100 in meno rispetto a inizio aprile. 470 i posti complessivi occupati nei reparti di Rianimazione del Veneto. La situazione è pesante ma senza criticità - spiega il dottor Rosi - I nuovi ingressi continuano ad esserci: fino a venerdì scorso entravano in media 10 pazienti al giorno in terapia intensiva. Non mi aspetto che si riduca zero. I numeri in Veneto sono in calo perché le uscite sono più delle entrate. Il 4,5% dei positvi in Veneto finisce in terapia intensiva. Dal 31 marzo a oggi gli Over 80 ricoverati sono stati il 2,5% del totale. Ci aspettiamo che succeda la stessa cosa per gli Over 70. I 70enni hanno una mortalità di oltre il 60% in terapia intensiva. Il 37% dei pazienti ricoverati in Veneto ha tra i 60 e i 70 anni, il 15% dei pazienti ha invece dai 50 ai 59 anni. La raccomandazione a queste categorie è chiara: prima si vaccinano e meno rischiamo di mettere ancora in crisi i posti in terapia intensiva».

SCARICA IL REPORT

Il bollettino di Azienda Zero

Nelle ultime 24 ore sono 535 i nuovi positivi trovati in Veneto su 11.120 tamponi fatti per un tasso di incidenza del 4,81%. Ad oggi ci sono 23.507 positivi in isolamento a livello regionale. 1540 i ricoverati negli ospedali (-19 rispetto a ieri). Dieci i decessi nelle ultime 24 ore.

Il video della diretta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Zaia: «Da giovedì in Veneto iniziamo a vaccinare i 60enni»

TrevisoToday è in caricamento