Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid, da metà giugno le vaccinazioni per i 30enni residenti nella Marca

Sono 94mila le persone dai 30 ai 39 anni residenti in provincia di Treviso: potranno prenotarsi non appena i 40enni saranno stati vaccinati. In arrivo 90mila nuove dosi Pfizer

Il centro vaccinazioni all'ex Maber di Villorba (Credits Ulss 2)

Immunità di gregge entro l'estate: in provincia di Treviso l'Ulss 2 sta vaccinando senza sosta per poter dare al maggior numero possibile di cittadini il "Green Pass" con cui ci si potrà spostare senza restrizioni.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", la novità delle ultime ore riguarda i trentenni residenti nella Marca. Sono 94mila persone che potranno prenotarsi sul portale della Regione a partire da metà giugno. Almeno fino a mercoledì 16 giugno, infatti, l'Ulss 2 sarà ancora impegnata nelle vaccinazioni della fascia 40-49 anni. L'obiettivo è vaccinare il 70% della categoria: ecco perché da oggi, martedì 18 maggio, sul portale delle prenotazioni sono stati aperti 80mila nuovi posti liberi per tutti i veneti dai 40 anni in su. Una volta vaccinati si passerà alla fascia dai 30 ai 39 anni. Le forniture per le prossime settimane hanno numeri incoraggianti: a inizio giugno, solo in provincia di Treviso, arriveranno 90mila nuove dosi Pfizer, oltre ai contingenti di Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson. Vaccinati i 40enni, la Regione sarebbe intenzionata ad aprire le prenotazioni per tutti i veneti dai 16 ai 39 anni. Nella Marca vorrebbe dire 220mila persone da vaccinare. Improbabile l'ipotesi arrivata nelle scorse ore dal mondo delle discoteche che proponevano di riaprire i locali vaccinando all'interno delle discoteche i 30enni e i 20enni. Almeno per ora l'Ulss 2 sembra intenzionata ad usare ancora i centri vaccinali attivati in tutta la provincia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, da metà giugno le vaccinazioni per i 30enni residenti nella Marca

TrevisoToday è in caricamento