menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, Zaia: «Senza AstraZeneca 10mila vaccinazioni in meno al giorno»

Mercoledì 17 marzo il Governatore del Veneto e l'assessore Lanzarin sono tornati sul piano vaccinale per le prossime settimane. Nelle ultime 48 ore quasi 200 nuovi ricoveri

«Spero che le restrizioni in corso non vadano avanti anche dopo Pasqua: dobbiamo continuare a rispettare le norme anti-Covid. Le varianti hanno elevata contagiosità e, nelle ultime 48 ore, ci hanno portato a ricoverare quasi 200 persone negli ospedali del Veneto». Luca Zaia inizia con queste parole, mercoledì 17 marzo, il nuovo punto stampa sull'emergenza Covid in Veneto.

«Sui vaccini, a tutt'oggi, sembra che non ci sia nessuna correlazione tra vaccinazioni e decessi avvenuti in Sicilia e Piemonte. Il Veneto non aveva registrato nessun caso così grave. Se non c'è nesso clinico dimostrabile, bisogna che la campagna vaccinale riparta con AstraZeneca. Senza i vaccini AstraZeneca perdiamo in media 10mila vaccinazioni al giorno. Stiamo studiando un piano di monitoraggio con il dottor Simioni per valutare a livello regionale gli effetti delle vaccinazioni sulla coagulazione del sangue. Il progetto però è ancora in fase embrionale. Ieri abbiamo somministrato, senza AstraZeneca, 11.936 dosi di cui 5.410 seconde dosi. Il target, prima della sospensione di AstraZeneca, era di 50mila vaccinazioni al giorno con 1300 persone impegnate nelle varie fasi dell'organizzazione della campagna vaccinale. Se i 3mila medici di base e le aziende avessero il via libera per fare vaccini la nostra campagna potrebbe decollare ma se non abbiamo vaccini non ne veniamo più fuori. A metà aprile dovrebbe arrivare un milione di dosi Johnson&Johnson in Italia» ha concluso il Governatore.

Il piano vaccinale in Veneto

L'assessore Lanzarin ha spiegato: «Questa settimana dovevano arrivare in Veneto 93.160 dosi tra Pfizer, Moderna e AstraZeneca. 128.970 le dosi attese per la prossima settimana. Quantità in netto calo dopo la sospensione di AstraZeneca. Finora sono stati vaccinati i nati nel 1941, 1940, 1939 e 1929. Lunedì 15 marzo avrebbero dovuto iniziare le vaccinazioni per i nati nel 1938. Lunedì 22 marzo, invece, il piano prevede i nati nel 1937, 1930, 1931 e 1932, L'ultima settimana di marzo le classi 1933, 1934 e 1935». Il problema è che, ad oggi, molti anziani non hanno ancora ricevuto la convocazione dalla Regione.

Il bollettino di Azienda Zero

Nelle ultime 24 ore sono 2191 i nuovi positivi trovati in Veneto su 41.845 tamponi fatti per un tasso di incidenza del 5,23%. I casi attualmente positivi sono 36.442. 1807 i ricoverati negli ospedali del Veneto (+62 nelle ultime 24 ore, 193 nuovi ricoveri in 48 ore). 207 pazienti Covid in terapia intensiva, 292 i pazienti non Covid. Altri 59 i decessi nelle ultime 24 ore.

Il video della diretta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento