menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Zaia e l'assessore Lanzarin durante il punto stampa

Luca Zaia e l'assessore Lanzarin durante il punto stampa

Covid, Zaia: «Entro metà maggio finiremo di vaccinare i 60enni»

Nelle ultime 24 ore raggiunta la cifra record di 48.492 vaccinazioni in un giorno. Sabato 150mila nuove dosi AstraZeneca. Protesta del mondo della scuola durante la conferenza

«Nelle ultime 24 ore abbiamo vaccinato 48.492 veneti: un vero e proprio record nazionale. Se continuiamo di questo passo i buoni risultati arriveranno molto presto». Venerdì 30 aprile Luca Zaia inizia con queste parole il punto stampa sull'emergenza Covid in Veneto, dedicato interamente alla campagna vaccinale.

«Ai 60enni rinnovo l'appello di prenotarsi per questo weekend, ci sono ancora posti disponibili sul portale della Regione. Messi in sicurezza gli Over 60 avremo fatto gran parte del lavoro, i giovani prendono il virus ma con conseguenze molto meno problematiche rispetto a chi ha più di 60 anni - spiega il Governatore - Ad oggi abbiamo vaccinato il 20% dei 60enni, entro il 10, massimo 15 maggio, contiamo di finire la categoria dei 60enni e passare a chi ha 50 anni. Sabato 1º maggio arriveranno 150mila nuove dosi di AstraZeneca, 20mila di Moderna e 14mila vaccini Johnson&Johnson. Da maggio saremo in grado di avere 250mila vaccini disponibili ogni settimana. La soluzione per le vaccinazioni estive potrebbe essere la creazione degli hub vaccinali con molteplici postazioni che ospiteranno anche i medici di base, garantendo anche la catena del freddo per le vaccinazioni di chi ha meno di 50 anni che dovrà essere vaccinato con Pfizer o Moderna. Ancora tutte da definire, invece, le vaccinazioni in azienda».

Sul caso "Report", Zaia annuncia: «Se martedì 4 maggio, durante l'audizione prevista in Commissione sanità, le opposizioni chiederanno l'intervento del professor Crisanti per me non ci sarà nessun problema. A me è stata chiesta l'audizione e io ho risposto che sarò presente insieme ai tecnici della Regione. Se contemporaneamente ci sarà anche il professore dal mio punto di vista non ci sarà nessun problema. A chi è preoccupato per il mio futuro dico: tranquilli, non ho nessuna ambizione di diventare premier o nuovo segretario della Lega al posto di Matteo Salvini. E' una polemica inutile quella sollevata dall'opinione pubblica. Non esiste che i miei tecnici vengano tacciati come persone disumane e poco attente: sono gli stessi che passano giorno e notte a lavorare per il Veneto e per i veneti. Se, dopo i chiarimenti che daremo martedì in Consiglio regionale, qualcuno vorrà continuare ad indagare, porteremo il caso in Procura. Ci vuole rispetto per il lavoro di tutti questi professionisti».

La protesta delle scuole

Durante il punto stampa di venerdì 30 aprile si sono registrati attimi di tensione tra studenti e forze dell'ordine che avevano organizzato una mobilitazione davanti alla sede della Protezione civile di Marghera. La protesta era stata organizzata per chiedere il ritorno in classe al 100% in presenza. «Manifestare è un diritto sacrosanto - commenta Zaia - Purtroppo non penso ci siano margini, nel breve termine, per tornare al 100% in presenza. Al momento la percentuale resterà al 70%».

L'assessore Lanzarin ha concluso la conferenza odierna annunciando i dati sui contagi nelle scuole: «Ad oggi in totale sono 1.832 gli studenti positivi al Covid in Veneto. 21.657 sono in quarantena. 169, invece, gli insegnanti positivi al virus: 1.593 in quarantena. Trend in lieve crescita anche per il tasso di incidenza tra i giovani di età compresa tra i 14 e i 24 anni». Gli ultimi dati riguardano invece i medici di base: 2.250 di loro, sui 3.009 presenti in Veneto, sono impegnati nelle vaccinazioni e hanno somministrato finora 75mila dosi, soprattutto per gli anziani a domicilio. Sulle farmacie le Ulss stanno predisponendo nei vari centri vaccinali il "tutoraggio" per abilitare i singoli farmacisti. Con il Commissario Figliuolo si sta ragionando a una possibile distribuzione dei vaccini nelle farmacie ma si tratta di un progetto ancora in alto mare per il momento» conclude l'assessore.  

Il bollettino di Azienda Zero

Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi trovati in Veneto sono 788 su 36.957 tamponi fatti per un'incidenza del 2,13%. I casi attualmente positivi in Veneto scendono a 21.892, 1.473 i ricoverati negli ospedali (-5 rispetto a ieri) di cui 191 pazienti Covid in terapia intensiva. 14 i nuovi decessi rispetto a ieri.

Il video della diretta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento