Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

Vaccini, Zaia: «Da venerdì si potrà anticipare la seconda dose di Pfizer e Moderna»

Vaccinazioni ad accesso diretto per i ragazzi da 12 ai 25 anni. Giovedì 12 agosto il presidente della Regione e la dottoressa Russo hanno presentato le nuove linee guida in vigore da domani

Luca Zaia e la dottoressa Russo

«Ci sono importanti novità sulla campagna vaccinale in Veneto che entreranno in vigore da domani, venerdì 13 agosto: accesso diretto, almeno fino al 30 agosto, per i ragazzi dai 12 ai 25 anni in tutti i Vax Point della regione. Inoltre, sempre da domani, sarà possibile anticipare a 21 giorni la seconda dose Pfizer e a 28 giorni la seconda dose di Moderna, presentandosi nei centri vaccini della propria Ulss. I veneti che si trovano in vacanza in Veneto potranno prenotarsi dal portale della Regione anche nei centri vaccini al di fuori della loro Ulss per fare il vaccino. Ultimo provvedimento: da lunedì 16 agosto tutti i vaccinati italiani all'estero potranno scaricare il Green Pass entrando nei siti della loro Ulss e caricando i certificati di avvenuta vaccinazione, se l'hanno ricevuta con i 4 vaccini approvati da Ema. Dopo pochi minuti riceveranno il Green Pass».

Giovedì 12 agosto Luca Zaia inizia con queste parole il nuovo punto stampa dalla sede della Protezione civile di Marghera: «L'indice Rt in Veneto è a 1,16. Il tasso di incidenza è a 83,8 casi su 100mila abitanti mentre i tassi di occupazione negli ospedali indicano 2% in terapia intensiva e 3% in area non critica. Il Veneto rimane in zona bianca. Sui vaccini: sopra gli 80 anni abbiamo oltre il 96% di vaccinati, i 70enni sono al 90,8%, i 60enni sono saliti all'85,7% mentre i 50enni sono al 76,5%. I 40enni al 66,6%. I 30enni al 59.3% mentre i 20enni sono al 64.8%. Infine la fascia 12-19 anni si è vaccinata al 41,7%. Contiamo quindi di aver vaccinato l'80% dei veneti entro ottobre. Nelle terapie intensive i ricoverati sono tutti non vaccinati ma ci preoccupa che i ricoverati in area non critica siano in gran parte 50enni non vaccinati. Ai cittadini chiediamo di tener conto di queste nuove linee guida, soprattutto l'accesso diretto per i giovani, quindi mi rivolgo soprattutto ai ragazzi e alle loro famiglie» conclude il Governatore. Altro tema al centro dell'incontro è stato quello della terza dose: «Ad oggi è ancora un'incognita - afferma Zaia - Se sarà confermata dovremo fare altre 4 milioni di inoculazioni, sottraendo quindi personale sanitario da tutte le altre attività. Servirà l'aiuto di medici di base e farmacie. Il vero tema è capire quanto dura la copertura anticorpale».

Varianti e quarantene

Dopo il Governatore ha preso la parola la dottoressa Russo: «Oggi il Covid è diffuso soprattutto tra i più giovani ma i dati che ci sono arrivati da Azienda Zero indica un calo significativo dei contagi in tutte le fasce d'età a livello regionale. Un'altra cosa importante è che i focolai legati a giovani rientrati da feste o vacanze sono tornati sotto controllo. L'età media dei contagiati è di 30 anni mentre l'età media dei ricoverati è sui 55 anni. Merito soprattutto degli alti tassi di vaccinazioni fatte tra chi ha più di 70 anni. La variante più diffusa in Veneto rimane la Variante Delta. Ieri ci è arrivata una nuova circolare che modifica i tempi di quarantena per chi risulta positivo ad una delle Varianti presenti oggi in Veneto. E' stata introdotto un nuovo tipo di quarantena per chi contrae la Variante Beta (Sudafricana). In questo caso tutti i contatti dovranno rispettare una quarantena di dieci giorni. Per tutte le altre varianti se i contatti stretti del positivo sono vaccinati con due dosi la quarantena scende a 7 giorni, 10 giorni per i non vaccinati o vaccinati con una sola dose. Per i contatti "a basso rischio" del positivo (quelli entrati in contatto per meno di 15 minuti), invece, non è più obbligatoria la quarantena. Per i positivi in aereo la quarantena dovranno farla solo le due file davanti e dietro il positivo» conclude la dottoressa Russo. 

Il bollettino di Azienda  Zero

Nelle ultime 24 ore sono 583 i nuovi positivi trovati a livello regionale su 42.767 tamponi fatti per un'incidenza dell'1,36%. I positivi attualmente in isolamento in Veneto sono 13.421. 206 i ricoverati negli ospedali (-12 rispetto a ieri) di cui 178 pazienti in area non critica e 28 in terapia intensiva. 352 i ricoverati non Covid in Rianimazione. Un nuovo decesso a livello regionale nelle ultime 24 ore.

Il video della diretta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Zaia: «Da venerdì si potrà anticipare la seconda dose di Pfizer e Moderna»

TrevisoToday è in caricamento