rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Attualità Valdobbiadene

Centenario dalla Sezione alpini di Valdobbiadene: premiati i creatori dei due nuovi loghi

Il vincitore del nuovo logo sezionale è Dario Bubola, consigliere del Gruppo di Farra e membro del comitato di redazione del periodico sezionale "L'alpin del Piave".

Oggi, domenica 6 febbraio, si è tenuta all'auditorium "Celestino Piva" l'assemblea ordinaria annuale della Sezione di Valdobbiadene, la terza del presidente Massimo Burol. Un parterre d'eccezione è stato gradito ospite a Valdobbiadene: diversi presidenti delle Sezioni vicine, il presidente nazionale Sebastiano Favero, Stefano Fregona, penultimo comandante del 7° Reggimento alpini di Belluno e grande amico delle penne nere valdobbiadenesi, il consigliere regionale Tommaso Razzolini e gli amministratori dei cinque Comuni rappresentati dalla Sezione.

L'incontro annuale degli alpini di questa mattina è stata l'occasione per premiare i due vincitori del concorso grafico indetto per realizzare il nuovo logo sezionale e la medaglia commemorativa del Centenario 1922-2022, che si terrà il prossimo 3 luglio. Il vincitore del nuovo logo sezionale è Dario Bubola, consigliere del Gruppo di Farra e membro del comitato di redazione del periodico sezionale "L'alpin del Piave". Un simbolo fresco e giovane che guarda al passato e alle bellezze locali: il classico cappello con nappina rossa è infatti immerso tra l'azzurro del fiume Piave e il verde delle colline Patrimonio Unesco e del comprensorio del Cesen.  

La medaglia commemorativa del Centenario è invece opera del giovanissimo Andrea Miotto. Un'immagine con tanti segni evocativi: l'aquila trionfante del Corpo degli Alpini, le iniziali di tutti i presidenti della Sezione di Valdobbiadene, il Piave attraversato dal ponte di Vidor e il monte Cesen con la famosa croce alpina spezzata dal vento nell'autunno 2018 e rinata l'estate successiva.

«La medaglia commemorativa è il ricordo che ogni alpino porta con sé dopo un’Adunata, un raduno interregionale o sezionale - afferma il presidente Massimo Burol - le due immagini scelte sono la sintesi del rinnovamento che abbiamo voluto dare alla Sezione senza trascurare la nostra tradizione e i nostri valori. Immagini "fresche" e originali che siamo felici siano state realizzate da due giovani del nostro territorio, questo è il primo passo per avvicinare i giovani al mondo degli alpini». 

«Questi sono i loghi identificativi della Sezione per gli anni a venire - precisa il presidente Burol -, simboli che rappresenteranno Valdobbiadene in tutte le future manifestazioni pubbliche. Due loghi nei quali spero che tutti gli alpini della Sezione possano riconoscersi ed essere riconosciuti con orgoglio».

omaggio al comandante Fregona (2° da dx a sx)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centenario dalla Sezione alpini di Valdobbiadene: premiati i creatori dei due nuovi loghi

TrevisoToday è in caricamento