Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Affluenza oltre le aspettative, mercoledì 5 maggio, nei centri vaccinali della Marca per la vaccinazione ad accesso libero dai 70 ai 74 anni. L'Ulss 2 ha dovuto aumentare il personale

Personale sanitario impegnato nelle vaccinazioni anti-Covid (Credits: Ulss 2)

Sono oltre 8mila le dosi somministrate nel Vax Day ad accesso diretto di mercoledì 5 maggio, riservato ai residenti in provincia di Treviso dai 70 ai 74 anni (non ancora vaccinati). L'Ulss 2 aveva stimato un'affluenza di circa 7mila utenti ma ne sono arrivati molti di più.

Il direttore dell'azienda sanitaria, Francesco Benazzi, spiega ai nostri microfoni: «Per far fronte all'alta affluenza registrata nei centri vaccinali questa mattina abbiamo dovuto inviare due medici aggiuntivi a Villorba, due a Lughignano e altri due a Godega di Sant'Urbano per rendere più scorrevoli le operazioni di anamnesi che hanno creato qualche coda e rallentamento nella mattinata di oggi. Con il passare delle ore la situazione è tornata alla normalità. Credo che, a fine giornata, saranno oltre 8mila le dosi somministrate. Un ottimo segnale - spiega Benazzi - reso possibile anche grazie alla collaborazione con i sindaci del territorio che hanno invitato i cittadini non ancora vaccinati a presentarsi al Vax Day. Nota dolente: continuano i rifiuti al vaccino AstraZeneca: oggi ne avevamo molte dosi da somministrare e, solo stamattina, erano già oltre una trentina i 70enni che non hanno voluto vaccinarsi dopo aver scoperto di dover fare AstraZeneca» conclude il direttore generale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

TrevisoToday è in caricamento