Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

Bonus auto elettriche: Comune della Marca stanzia 5mila euro

Possono presentare istanza di contributo le persone fisiche residenti nel Comune di Vedelago, che nel corso del 2020 acquistano un’autovettura ad alimentazione elettrica, di categoria M1, ad esclusivo uso privato

Marco Perin

Dopo il bonus caldaia, il Comune di Vedelago insiste con la politica green, stanziando un contributo di 5000 euro rivolto ai residenti che intendono acquistare un’auto elettrica. E’ il primo Comune trevigiano a promuovere un contributo simile. E’ stato infatti approvato e pubblicato in questi giorni il bando comunale che prevede la concessione di un contributo di 1000 euro secondo una graduatoria che tiene conto dell’Isee e dunque del reddito del richiedente. Possono infatti presentare istanza di contributo le persone fisiche residenti nel Comune di Vedelago, che nel corso del 2020 acquistano un’autovettura ad alimentazione elettrica, di categoria M1, ad esclusivo uso privato di prima immatricolazione avvenuta prima dell’erogazione del contributo e, comunque, non oltre il 31 gennaio 2021. Non sono ammessi i veicoli per l’esercizio di attività professionale o d’impresa, né le autovetture ad uso pubblico, quali taxi e NCC. Il veicolo non deve avere un costo superiore ai 50mila euro.

I richiedenti, per beneficiare del contributo, devono possedere un reddito imponibile personale non superiore a 55mila euro e non possono avvalersi di contratti di leasing o di noleggio a lungo termine così come non potranno alienare il nuovo veicolo nei tre anni successivi alla data di immatricolazione del veicolo. Il contributo è cumulabile con altre iniziative sia private che pubbliche, comprese quelle regionali, attivate per incentivare la mobilità sostenibile, tranne nel caso in cui sia vietato il cumulo eventualmente previsti dagli altri bandi. L’istanza, assieme alla documentazione richiesta, deve essere presentata al Comune entro e non oltre il 31 dicembre 2020.

La graduatoria delle domande ammesse sarà determinata dando priorità ai redditi più bassi e, a parità di reddito, in base all’ordine cronologico di arrivo. Spiega il vicensindaco, Marco Perin: «Si tratta di un’iniziativa che rientra nell’ambito delle politiche ambientali a sostegno della mobilità sostenibile previste nel Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (P.A.E.S.), in particolare delle Azioni relative a Trasporti pubblici e privati e che l’amministrazione ha voluto per la prima volta introdurre con un duplice obiettivo. Da un lato quello di incentivare, con l’erogazione di un aiuto concreto, quei cittadini che dovendo ricorrere all’uso di mezzi privati per gli spostamenti, intendono scegliere veicoli meno impattanti. Dall’altro intendiamo portare avanti quell’importante azione di lotta e contrasto all’inquinamento atmosferico che già da anni stiamo pertanto avanti con iniziative sia pubbliche che private. L’auspicio è che il messaggio del Comune venga colto e che la risposta da parte dei cittadini sia favorevole così da poter rendere ordinaria questa iniziativa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus auto elettriche: Comune della Marca stanzia 5mila euro

TrevisoToday è in caricamento