Attualità

Veneto Sviluppo, presentato il Comitato tecnico strategico per la ripresa

Martedì 15 giugno, a Palazzo Balbi, la presentazione del nuovo "advisory board" di Veneto Sviluppo, un gruppo di esperti (think tank) riuniti per pianificare la rinascita dell'economia veneta nei prossimi anni

La presentazione del nuovo Comitato a Palazzo Balbi

Martedì 15 giugno, a Palazzo Balbi, il presidente del Veneto Luca Zaia ha presentato il Comitato tecnico strategico di Veneto Sviluppo spa. Presenti l'assessore allo Sviluppo economico Roberto Marcato e il presidente di Veneto Sviluppo Fabrizio Spagna, oltre ad alcuni componenti del nuovo Cts della finanziaria della Regione del Veneto.

«Oggi è una giornata importante - ha esordito il Governatore Zaia - Questo comitato nasce perché il Covid è stato un "Big Bang" per la nostra Storia. Ecco perché il Veneto ha deciso di ricorrere all'aiuto di un team di professionisti che, se servirà, crescerà ancora di più per gestire e organizzare la rinascita e la ripresa economica dopo il Covid. La Regione è pronta a investire nel progetto, confrontandosi con le imprese del territorio: fondamentali per la buona riuscita del progetto saranno anche i 222 miliardi del Recovery Plan». Nel comitato anche il professor Giorgio Palù, virologo e presidente di Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco.

WhatsApp Image 2021-06-15 at 12.47.06-2

Il presidente di Veneto Sviluppo, Fabrizio Spagna, ha poi continuato con queste parole: «Questo Comitato è composto dalle migliori teste tra quelle che potevamo mettere in campo. Leggendo alcuni studi economici mi ha colpito una frase che sintetizza bene il nostro presente: "non più ma non ancora". Noi stiamo assistendo a una decelerazione dei tassi di crescita, anche prima del Covid, perché i vecchi modelli stanno dimostrando grosse difficoltà per essere implementati e non funzioneranno più. Non sappiamo però ancora quali saranno i modelli giusti da adottare: siamo nel mezzo di un guado ed è per questo che il Comitato strategico servirà a guidarci in un percorso verso un nuovo modello di sviluppo. Parliamo di: biotecnologie, energie sostenibili, intelligenza artificiale, tecnologie quantistiche e missioni spaziali. La Germania ha investito 9 miliardi solo nell'idrogeno, per fare un esempio. Sono questi i settori su cui si baserà il futuro dei prossimi 10-15 anni».

L'assessore regionale Roberto Marcato ha concluso: «Negli ultimi 20 anni abbiamo avuto tre diverse "fratture" storiche: l'11 settembre, la crisi dei mutui subprime e il Covid. Abbiamo fortemente voluto un board di altissimo profilo tecnico-scientifico perché si tratta di un luogo di pensiero che dovrà restare lontano dalla politica. L'auspicio è che si riesca a dare delle direttrici per capire dove andare e come muoverci nei prossimi anni. L'anno scorso sono venuti a mancarci export e turismo a causa del Covid ma il Pil della Regione è rimasto in linea con la media nazionale e i primi dati di quest'anno ci stanno già indicando i primi segnali di ripartenza. Ecco perché questo nuovo Comitato tecnico strategico sarà un ulteriore sostegno alle imprese del territorio. Alla politica il compito di ascoltare questo comitato per prendere provvedimenti concreti in grado di aiutare la nostra economia».

Il video della presentazione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veneto Sviluppo, presentato il Comitato tecnico strategico per la ripresa

TrevisoToday è in caricamento