Emergenza traffico: vertice tra i comandanti delle polizie locali

Mercoledì scorso si sono riuniti al Comando di via Castello d’Amore i dirigenti delle polizie locali di Villorba, Carbonera, Silea, Paese e Quinto per provare a risolvere il problema

È stato istituito un gruppo di lavoro dei Comandi di polizia locale per risolvere il problema traffico su Put e tangenziale provocato dagli incidenti stradali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mercoledì scorso, al Comando della polizia locale di Treviso, si è svolta una riunione, richiesta e coordinata dal comandante Andrea Gallo, assieme ai colleghi dei Comuni direttamente coinvolti in caso di congestione del traffico: erano presenti infatti Riccardo Sutto, Comandante di Villorba e Carbonera, Riccardo Bellin, comandante di Silea, Davide Barbieri di Paese e Marino Michieli di Quinto di Treviso, oltre ai funzionari responsabili della centrale operativa di Treviso, Aurelio Valenti e della viabilità, Giuliana Dal Pozzo. «Come concordato con il sindaco Conte - spiega Andrea Gallo - si sta creando un gruppo di coordinamento per cercare immediate strategie comuni per ovviare ai problemi di viabilità in caso di incidenti sul Put e sulla tangenziale che inevitabilmente interessano i Comuni confinanti». Si è trattato di un primo incontro a cui ne seguirà un secondo nel giro di pochi giorni per affinare soluzioni e strategie che sono state pensate sia nell'immediato che a medio-lungo termine. «Da subito vi sarà uno stretto coordinamento telefonico fra la centrale operativa di Treviso e i comandi vicini per avvisarli di eventuali blocchi stradali dovuti a incidenti o altre emergenze - aggiunge Gallo - Ciò avviene per cercare dove possibile itinerari alternativi. Sarà messa a disposizione inoltre una linea radio dedicata fra tutti i Comuni interessati in modo tale che le informazioni viabilistiche possano essere continue tra centrale operativa e personale che opera sulla strada sia a Treviso che nell'hinterland per garantire azioni coordinate sul traffico. Inoltre sarà necessario interessare Autovie Venete per informare in caso di blocchi gli automobilisti che utilizzano i caselli, ed infine coinvolgere Veneto Strade per potenziare la presenza di display lungo le arterie che portano a Treviso. Infine, sarà potenziata la banca dati degli utenti che vorranno essere informati via sms su eventuali blocchi stradali». Il gruppo di lavoro si riunirà di nuovo nelle prossime settimane con la possibilità di allargare ulteriormente l'invito ad altri comuni che, anche indirettamente, sono coinvolti nell'emergenza traffico da e per Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento