Fase 2, veterinario gratis per aiutare le famiglie in difficoltà

Succede a Mogliano Veneto, uno dei primi Comuni in Italia a stanziare aiuti economici per i padroni di animali che hanno perso il lavoro o si trovano in ristrettezze economiche

In foto alcuni momenti della presentazione del progetto

Veterinario gratis per i proprietari di animali domestici con un reddito inferiore ai 7mila euro annui e sconti fino al 50% sulle visite veterinarie per le famiglie con un reddito inferiore ai 15mila euro all'anno. Mogliano Veneto diventa uno dei primi Comuni in Italia ad aver stanziato parte del Fondo di povertà per l'emergenza Coronavirus ai padroni di animali in difficoltà economiche.

photo_2020-05-20_11-12-34-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa si chiama "Zampaiuto" ed è un progetto pilota a livello nazionale presentato oggi, giovedì 21 maggio, dall'assessorato alle Politiche sociali e dalle guardie zoofile comunali. Tra i promotori dell'iniziativa c'è il veterinario moglianese Aldo Giovannella. Tra le novità più importanti del progetto la possibilità di utilizzare i buoni pasto distribuiti dal Comune per acquistare i cibi per animali. Le famiglie o i singoli cittadini potranno inoltre presentare la domanda con la documentazione all'ufficio dell’assessorato alle politiche sociali. Solo dopo aver visionato le domande, i richiedenti saranno contattati e sarà loro indicato l’indirizzo del medico veterinario al quale potranno rivolgersi, esclusivamente su appuntamento. Il progetto prevede anche la collaborazione del gruppo di volontari delle guardie zoofile per il trasporto del pet presso struttura veterinaria, qualora il richiedente non fosse in possibilità di farlo, la consegna a domicilio di cibo o materiale sanitario come prodotti antiparassitari, eventuali medicine richieste dal medico veterinario curante. Gli aiuti arriveranno sia dalla raccolta spontanea grazie all’aiuto dei privati sia al fondo economico, destinato dal Comune stesso, al progetto Zampaiuto: «È un servizio importante, i nostri amici a 4 zampe hanno rivestito un ruolo fondamentale, ci hanno permesso di uscire a fare due passi in una situazione di totale limitazione delle passeggiate senza contare che oramai fanno parte a tutti gli effetti dei nuclei familiari e affettivi - dichiara l’assessore Tochet - è quindi dovere di un’Amministrazione attenta alle questioni Pet Friendly garantire il loro benessere e aiutare le famiglie in difficoltà”. Quello di Mogliano è uno dei primi casi in Italia in cui il Fondo povertà stanziato per il Coronavirus, coinvolge anche i proprietari di animali. Un progetto innovativo e al 100% "pet friendly" che potrebbe essere seguito molto presto anche dagli altri Comuni della provincia di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento