Attualità Centro

Il mondo dei vini "eroici" arriva alla VII edizione di "Vini da Terre Estreme"

Saranno oltre 50 le cantine partecipanti, provenienti dalle zone più impervie, dai terrazzamenti, dalle piccole isole e dalle montagne, spesso lontane dalle vie di comunicazione e difficili da raggiungere

Il prossimo 2 Febbraio si alza il sipario su “Vini da Terre Estreme”, che in questa settima edizione sarà ospitato nello storico Palazzo Bonifacio Variolo, nel cuore della città di Treviso. Importante novità dell’edizione 2019 è la partecipazione all’evento di cantine eroiche provenienti dalla Croazia, Slovenia, Serbia e Argentina. Sono oltre 50 le cantine partecipanti, provenienti dalle zone più impervie, dai terrazzamenti, dalle piccole isole e dalle montagne, spesso lontane dalle vie di comunicazione e spesso difficili da raggiungere.

A Vini da Terre Estreme si potranno degustare oltre 300 etichette eroiche, frutto di una viticoltura estrema fatta della passione e del duro lavoro di uomini con forte attaccamento alle proprie radici, che coltivano vigne in minuscoli fazzoletti di terra, strappati alla montagna, alle rocce o al mare. Sono vigne valorose situate su terreni con forti pendenze (superiori al 40%) o in altitudine sopra i 600 metri oppure, come alle Cinque Terre o in Costiera Amalfitana, distribuite su terrazzamenti a strapiombo o allevate su piccole isole che arrivano a pochi metri dal mare.

Una riconferma (e una curiosità per chi ancora non lo conoscesse) è l’utilizzo, durante il workshop del 3 e 4 Febbraio, del bicchiere “intelligente”. Introdotto con successo nella scorsa edizione, rappresenta una validissima soluzione per creare coinvolgimento e interattività fra produttore e ospite. Ogni espositore avrà al proprio tavolo un sistema - Memorvino - in grado di generare scambio di informazioni tra il  bicchiere “intelligente” fornito all’ingresso e la piattaforma. Un’opportunità  per il visitatore che riceverà al proprio indirizzo email il promemoria dei vini degustati con le relative schede tecniche e per il produttore che riceverà il feedback sui vini offerti e la profilazione dei visitatori.

Il programma di Vini da Terre Estreme si arricchisce quest’anno di due eventi collaterali. Sabato 2 Febbraio, alle ore 17.00 si svolgerà la tavola rotonda: “Il Coraggio di essere Unici: i vini eroici”, per la valorizzazione delle cantine eroiche, patrimonio europeo unico per l’importantissimo ruolo di salvaguardia di una eredità culturale che si tramanda da generazioni e che le rende straordinarie “tutrici“ del paesaggio e della biodiversità. La tavola rotonda (a ingresso libero), che si terra sempre a Palazzo Bonifacio Variolo, sarà anche occasione per annunciare la nascita della prima guida internazionale sui “Vini da Terre Estreme Europei” in collaborazione con l’importante editore internazionale Gault&Millau.

Sempre Sabato, con inizio alle 19.30: Anteprima eno-gastronomica di Vini da Terre Estreme “Il coraggio di essere unici: i vini ‘eroici’ e la tradizione gastronomica dell'Etna”. Nella terrazza vetrata sul Cagnan di Casa dei Carraresi si potranno degustare le eccellenze eno-gastronomiche dell’Etna in una cena a 6 mani della chef siciliana Valentina Rasà, e degli chef Manuel Gobbo e Beatrice Simonetti del Ristorante Le Beccherie di Treviso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mondo dei vini "eroici" arriva alla VII edizione di "Vini da Terre Estreme"

TrevisoToday è in caricamento