Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità Cornuda / Via Giocondo Zilio, 2

Villa Fiorita, dal Comune 20mila euro per l'emergenza Covid

Nuovo contributo stanziato dal Comune di Cornuda per il centro servizi che, mercoledì 10 febbraio, completerà le seconde vaccinazioni a ospiti e personale sanitario

Un nuovo contributo di 20mila euro da destinare al ristoro e alla continua gestione dell’emergenza Covid. A tanto ammonta lo stanziamento del Comune di Cornuda in favore di Villa Fiorita, centro servizi che mercoledì 10 febbraio completerà il richiamo della vaccinazione a ospiti e personale e potrà dunque godere di un ristoro e di un supporto nei prossimi mesi, dopo aver appena chiuso con l'Ulss 2 un accordo per l’integrazione di 5 nuovi infermieri e, soprattutto, a livello di struttura, aver realizzato in tempi record grandi lavori di sistemazione interna per raggiungere gli standard di sicurezza richiesti dalla normativa regionale di contrasto al virus.

«Si tratta di un contributo davvero importante per il quale non posso che ringraziare il sindaco Claudio Sartor e l’assessore ai servizi sociali Katiuscia Salogni per questo supporto, oltre alla presidente di Villa Fiorita, Cinzia Forner, che si è fatta portavoce della struttura nei confronti dell'amministrazione comunale - spiega la direttrice di Villa Fiorita, Tania Santi - questo contributo ci permetterà di reagire alle spese e alle difficoltà affrontate durante l’anno scorso e sarà di grande aiuto specie nei mesi che ci attendono, ancora pieni di insidie finchè non sarà finita a pandemia, per poter finalmente uscire da questo incubo tutti assieme. Il Comune dimostra la sua attenzione alla comunità e Villa Fiorita vuole essere un punto di riferimento per tutto il territorio». «Sappiamo tutti che le strutture assistenziali hanno avuto un incremento di costi importanti, pertanto abbiamo scelto di sostenerla in questo particolare momento - continua il sindaco di Cornuda, Claudio Sartor - Non è il solo pensiero rivolto a Villa Fiorita. Nei prossimi mesi ci saranno ulteriori contributi. Nonostante i tempi abbiamo aperto un focus sulla nostra casa di riposo. Con l’acquisizione della vicina area Fiorinotto vogliamo investire moto su questa struttura». «L’amore per la comunità passa anche attraverso la cura degli anziani e Villa Fiorita è decisamente un luogo prezioso per noi - conclude l'assessore Katiuscia Salogni - Sono molte le difficoltà e i costi che la struttura ha dovuto affrontare in questi mesi per contrastare gli effetti dell’emergenza sanitaria e credo sia doveroso manifestare concretamente la vicinanza dell’Amministrazione con un segno tangibile di gratitudine per la preziosa attività che prestano le persone che operano all’interno di questa struttura».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Fiorita, dal Comune 20mila euro per l'emergenza Covid

TrevisoToday è in caricamento