menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: il sindaco Marco Serena

In foto: il sindaco Marco Serena

Villorba: siglato il gemellaggio con sei Comuni francesi e uno tedesco

Il sindaco Marco Serena ha Firmato il Patto solenne di gemellaggio, il Comitato già attivo per nuove iniziative da condividere tra Associazioni ed attività produttive

Il 21 giugno scorso Marco Serena, sindaco di Villorba ha firmato il patto solenne di gemellaggio con sei Comuni francesi del dipartimento della Corrèze nella regione della Nuova Aquitania (Arnac-Pompadour, Beyssac, Beyssenac, Concèze, Saint Sornin-Lavolps, Troche) e il Comune tedesco di Oberelsbach del Land della Baviera.

Alla cerimonia, organizzata in Arnac Pompadour, hanno partecipato circa 300 persone, tra delegati e rappresentanti delle diverse associazioni dei sette Comuni. La delegazione villorbese era costituita da una sessantina di persone (compresi i 30 componenti dell’orchestra giovanile) che includeva oltre alla Giunta, una rappresentanza degli Alpini, di Vivere Insieme, dello Sci Club, del Rugby e delle attività produttive. Il Patto solenne tra i Comuni è stato preceduto dai discorsi dei Sindaci e degli assessori ai gemellaggi. «In questo momento solenne - ha detto Marco Serena nel suo discorso - affermiamo il sentimento comune di persone appartenenti a popoli diversi, affini per origine e cultura europea, persone che percepiscono un’Europa dei Popoli prima che dei governi e delle cancellerie. L’Unione infatti nasce dagli scambi culturali che portano alla scoperta di ciò che ci accomuna oltre che alla conoscenza ed alla comprensione delle nostre differenze. Proprio questa scoperta e questa comprensione consentono il reciproco rispetto e il sodalizio che permettono di cooperare per raggiungere intenti condivisi. Con la firma di questo gemellaggio si afferma la volontà di impegnarci per crescere insieme, arricchendoci delle nostre esperienze e peculiarità per conseguire obiettivi sempre più elevati socialmente, per garantire una convivenza pacifica e costruttiva, nonché pensare il futuro, giorno per giorno, grazie alla precisa e coerente sinergia tra pubblica amministrazione, scuola, impresa, associazioni e cittadini dei nostri Paesi. Buona Europa a tutti». Prima dell’avvio dei tavoli di confronto per avviare concrete attività tra i Comuni, ha preso la parola anche Francesco Soligo, in qualità di assessore ai gemellaggi di Villorba: «Sono orgoglioso, - ha detto Soligo.-.di assistere alla firma del Patto che abbiamo preparato negli ultimi tre anni con il coinvolgimento delle nostre rispettive associazioni. Un coinvolgimento necessario ed opportuno perché siano, come un positivo effetto domino, condivise con le nostre comunità sia la volontà di cooperare per sviluppare un progetto sul tema del biologico che permetta di condividere le nostre diverse esperienze sia di valorizzare, salvaguardare e promuovere i nostri rispettivi patrimoni culturali e di impresa. Gli Incontri che si sono succeduti nel tempo ci hanno permesso di scoprire affinità, coltivare simpatia e suscitare emozione, sino a farci comprendere che davvero tra le nostre realtà stava prendendo forma una sincera amicizia, che d'ora in avanti non potrà che consolidarsi ancor più».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento