Vino, buoni spesa e denaro: continua la solidarietà nei confronti dell'Ulss 2

Il DG Benazzi: «A tutti coloro che stanno continuando a manifestarci la loro gratitudine e vicinanza va il mio più sentito ringraziamento»

Il gruppo di Aperishow con il sindaco Mario Conte

«Il nostro slogan è sempre stato #unitisipuò: anche in questa primavera, nella quale si sarebbe dovuta svolgere l’edizione 2020 di Aperyshow, siamo riusciti, grazie all’aiuto di tutti e allo spirito di condivisione, a donare la cifra di 36mila euro». A ricordarlo il team di Aperyshow che, per supportare l’Ulss 2, aveva avviato a marzo una raccolta fondi legata all’emergenza covid. Nei giorni scorsi, davanti al Ca’ Foncello, la consegna dell’assegno al direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, in presenza del sindaco di Treviso, Mario Conte, all’arrivo della 100 km solidale voluta dal primo cittadino.

Aperyshow è un’associazione che da anni opera nel settore della realizzazione eventi al fine di raccogliere fondi da devolvere in beneficienza a supporto di progetti che necessitano di aiuto nell’ambito della ricerca oncologica, nell’inclusione sociale, del supporto alle disabilità anche dell’infanzia. Sempre nell’ambito delle donazioni nei giorni scorsi Bofrost ha consegnato a Benazzi mille buoni del valore di 30 euro ciascuno, che vanno ad aggiungersi a una precedente donazione di 13.500 euro, frutto di offerte da parte dei clienti. L’iniziativa solidale è partita delle filiali Bofrost di Casale sul Sile e Conegliano, rappresentate all’atto della consegna dei buoni al direttore generale dal
Pieroberto Favaretto, responsabile della sede di Casale e, in rappresentanza della filiale Conegliano il project manager Massimo Settin.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai 560 dipendenti dell’ospedale di Oderzo, invece, la “Società Agricola Centelan” di Ormelle ha voluto donare una bottiglia di vino ciascuno «come ringraziamento per il lavoro svolto durante l’emergenza». Alla cerimonia di consegna, oltre ai titolari della Cantina, era presente Paola Roma, Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 2. «A tutti coloro che stanno continuando a manifestarci la loro gratitudine e vicinanza va il mio più sentito ringraziamento - sottolinea Benazzi - Per tutti noi il supporto del territorio è stato fondamentale nel gestire questa difficile emergenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Gli immigrati della Serena devono tornare a casa loro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento