rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Vedelago / Piazza Martiri della Libertà

No alla violenza sulle donne: flash mob in piazza a Vedelago con i ragazzi delle medie

Atteso per il 25 novembre un incontro per presentare la mostra "Libere e sovrane. Le donne che hanno fatto la Costituzione"

Un grido improvviso e corale ha “echeggiato” questa mattina in piazza Martiri della libertà a Vedelago dove si è tenuto il flash mob “Noi diciamo no” per dire no alla violenza, in particolare sulle donne. Organizzato dal Comune di Vedelago, assieme al Centro antiviolenza Stella Antares, Una Casa per l’uomo e il Centro donna, l’estemporanea iniziativa ha visto la partecipazione degli studenti della classe terza della scuola secondaria di primo grado.

Commenta il sindaco Cristina Andretta: Questo momento è un momento particolare perché riguarda un argomento, ahimè, molto vecchio ma ancora oggi in una società civile, democratica e avanzata come la nostra si continuano a riempire le cronache con atti di abuso, stupri e violenza. Con questo semplice gesto abbiamo voluto fare squadra e far sentire la nostra voce per condannare nella maniera più assoluta e irremovibile la brutalità della violenza sulle donne e contro l’indifferenza. Dobbiamo spaventarci non solo della violenza dei cattivi ma anche dellindifferenza dei buoni: la neutralità favorisce l’oppressione e non la vittima ed il silenzio aiuta il carnefice non la torturata”. Il flash mob è solo una delle iniziative promosse dal Comune di Vedelago attraverso l’assessorato alle Pari opportunità guidato da Denisse Edith Braccio in concomitanza con la ricorrenza del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Aggiunge l’assessore Braccio: “La piaga della violenza contro le donne, intesa come ostacolo al conseguimento degli obiettivi di uguaglianza, sviluppo e pace, è un fenomeno tutt’altro che sconfitto, sempre pronto a manifestarsi, che riguarda un numero importante di persone, circa la metà della popolazione mondiale ed è significativo che nell’ultimo anno le ricerche del numero antiviolenza sono cresciute del 127%. Per questo sento mia la responsabilità ad alimentare una cultura che lavori sulle coscienze così che ci sia l’impegno quotidiano, e non solo di un giorno, a contrastare il fenomeno della violenza, attraverso la promozione di comportamenti ed azioni di rispetto e cura della dignità della persona umana nella sua integrità, promuovendo la solidarietà tra le persone nell’ambito della collettività, per costruire una comunità inclusiva. I proclami retorici ed altisonanti lasciano il tempo che trovano se non sono sostenuti da attività concrete che rendono consapevoli le donne del loro valore e del fatto che non sono sole, ma c’è una rete locale che può aiutarle e sostenerle, come lo Sportello Donna ed il Centro Antiviolenza Stella Antares”.

23 e 24 novembre IL LIBRO DEL CUORE: LABORATORI LUDICO DIDATTICI 

Per i bambini della scuola primaria, presso lo spazio ludoteca della biblioteca, dalle ore 17 alle ore 18.30, con l’obiettivo di offrire ai bambini un’esperienza stimolante e produttiva, con l’uso di linguaggi storici e creativi, per affrontare un tema sociale complesso quale quello della violenza contro le donne

Dal 13 al 27 novembre mostra LIBERE E SOVRANE. Le donne che hanno fatto la Costituzione

Nella sala riunioni della Biblioteca, una riflessione collettiva sul tema della rappresentanza di genere nei luoghi decisionali della politica rievocando l'impegno e il ruolo svolto dalle Madri Costituenti nella stesura della Carta Costituzionale.  La mostra è curata e prodotta da Micol Cossali, Giulia Mirandola, Mara Rossi, Novella Volani autrici della pubblicazione omonima sarà presentata il 25 novembre in sala M. Sanson nell’ambito del ciclo di incontri con l’autore.

Protagoniste sono le donne che per prime nella storia d'Italia intervennero nelle decisioni politiche sul futuro del paese. Insieme, contribuirono con slancio ed energia a scrivere la nostra Costituzione e a renderla anche la Costituzione delle donne. ?A ciascuna delle 21 donne che parteciparono all'Assemblea Costituente è dedicata una tavola illustrata da Michela Nanut e una breve scheda biografica che evidenzia il contributo di ciascuna Madre Costituente alla nostra Costituzione.

VETRINE PARLANTI

L’iniziativa prevede la decorazione grafica di vetrine di esercizi commerciali del territorio con i volti di donne famose e loro citazioni per invitare ad una riflessione sulle aspirazioni dell’universo femminile e sul tema della parità di genere. Pensata per sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne, l’iniziativa è diffusa in tutto il territorio comunale grazie all’adesione di diversi commercianti chetano messo a disposizione le proprie vetrine dove vengono ospitati i ritratti di alcune donne che hanno reso migliore il mondo e l’umanità.

ALTRE INIZATIVE

Altre iniziative riguardano corsi di autobiografia per donne, laboratori di braccialetti realizzati dal Centro Donna da distribuire alla cittadinanza, Fuxico & chiacchiere interculturali, e in campo più ampio: letture animate per bimbi, spettacoli teatrali per famiglie, serate di incontri con l’autore……tutti strumenti di divulgazione della cultura e della bellezza, perché come diceva il grande Dostojeski  “La bellezza salverà il mondo!”.

FM1ok-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla violenza sulle donne: flash mob in piazza a Vedelago con i ragazzi delle medie

TrevisoToday è in caricamento