Test rapidi e tamponi: nessun contagio all'Rsa di Follina e a Casa Marani

Gli esami sono chiati: tutti i pazienti e dipendenti sono negativi al Covid 19. Un sospiro di sollievo, quindi, per tutta la sanità della Marca

OSS e infermieri dell'Rsa di Follina

Sono davvero ottime le notizie che giungono dalla RSA “San Giuseppe” di Follina, gestita dal gruppo “Sereni Orizzonti”. I test rapidi sierologici effettuati lo scorso 9 aprile dalla Ulss 2 “Marca Trevigiana” avevano evidenziato 17 casi positivi sugli attuali 66 ospiti e 5 casi positivi sui 45 membri del personale della struttura. A questi ultimi erano stati fatti subito dopo i tamponi, che avevano dato tutti esito negativo. L’apprensione della direttrice Bruna Bortolini per lo stato di salute dei 17 ospiti è terminata venerdì mattina, quando i laboratori hanno comunicato che anche loro sono risultati tutti negativi al tampone Covid-19.

Un risultato che premia le buone pratiche di prevenzione rispettate rigorosamente e con grande senso di responsabilità da tutto il personale della RSA “San Giuseppe”. Seguendo le istruzioni impartite a livello nazionale dal gruppo “Sereni Orizzonti” (in largo anticipo rispetto alle disposizioni emanate dal governo e dall’amministrazione regionale), la struttura aveva progressivamente ristretto l’ingresso di estranei già dallo scorso 24 febbraio. Già a partire dal 3 marzo si era infine deciso di vietare ogni ingresso ai parenti degli ospiti e di ridurre al minimo essenziale il contatto con i fornitori delle derrate, garantendo loro un accesso dedicato.

«Infermieri, operatori socio-sanitari e addetti alle pulizie sono stati tempestivamente formati sulle procedure di prevenzione da adottare» spiega Vittorio Pezzuto, responsabile delle relazioni esterne del gruppo “Sereni Orizzonti”. «I nostri operatori hanno sempre lavorato e continuano a lavorare dotati dei dispositivi di protezione individuale forniti dall’azienda (mascherine, guanti e camici monouso), sanificano regolarmente gli ambienti interni, disinfettano i loro cellulari ed evitano un uso promiscuo di materiale. Di una cosa dovete essere sicuri: stanno proteggendo i loro ospiti come farebbero con i loro stessi parenti, con la stessa attenzione e con lo stesso amore». 

Nessun caso anche nelle strutture di Casa Marani

«Lo diciamo a bassa voce, anche per rispetto di quanti, in questa situazione di emergenza e in strutture analoghe, hanno perso i loro cari. Ma a Casa Marani è tutto a posto. - fanno sapere dalla dirigenza -I controlli con i test rapidi e i tamponi, effettuati in questi giorni nelle tre sedi di Villorba, Paese e Povegliano, hanno avuto l'esito sperato: tutti negativi, ospiti e personale compreso. La notizia ci rincuora e vogliamo darla per tranquillizzare anche le famiglie di quanti vivono e operano nelle tre strutture. Crediamo di aver lavorato bene, sin dall'inizio, per cercare di tenere lontano questo nemico micidiale e ancora poco conosciuto. E così sarà finché sarà necessario. Un sacrificio, anche nel non vedersi, che è stato ripagato da questi risultati. Andrà tutto bene. Continuiamo ad augurarcelo, senza abbassare la guardia e sperando che tutto passi al più presto».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sospiro di sollievo anche a Villa Tomasi

Il sindaco di Spresiano Marco della Pietra: «Oggi c’è una buona notizia che voglio condividere con tutti voi: non c’è nessun caso di positività al Covid-19 nella residenza per anziani non autosufficienti Villa Dr. L. Tomasi di Spresiano. I test sierologici e i tamponi ai quali sono stati sottoposti i 95 ospiti e i circa 60 collaboratori della struttura, hanno tutti dato esito negativo. Un grande plauso al Direttore, Dott. Rodolfo Franceschetto, e a tutto il suo staff per la tempestiva attuazione delle misure precauzionali volte a contenere il contagio, in particolare le restrizioni agli accessi dei visitatori esterni e la rigorosa adozione dei dispositivi di protezione individuale per il personale. E mi unisco a lui nel ringraziare proprio il personale per l’attenzione e la dedizione che sta dimostrando nell’affrontare questo delicatissimo periodo. Prealpina srl si conferma vera eccellenza del territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Rapporto sessuale troppo focoso, 30enne si frattura il pene

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento