Nasce la prima scuola di musica intitolata a Ennio Morricone

A distanza di oltre trent’anni dalla fondazione, la scuola di musica “San Giuseppe” di Vittorio Veneto cambia nome per non creare sovrapposizioni con il Campus San Giuseppe, la struttura che da sempre la ospita, e per meglio qualificarsi sul territorio

Alcuni ragazzi della scuola di musica

La scuola di musica “San Giuseppe”, nata nel 1988 all’interno dell’Istituto delle suore Figlie di San Giuseppe del Caburlotto, cambia nome. Con l’avvio del nuovo anno scolastico, che si aprirà quest’anno anticipatamente già il 14 settembre, prenderà ufficialmente il nome di scuola di musica “Ennio Morricone”. Tutto è pronto nella scuola di musica di via Cenedese, a Ceneda, per accogliere nel rispetto delle misure anti-Covid i circa 150 allievi. I corsi saranno presentati, in sicurezza, giovedì 10 settembre alle 19.30 nell’aula magna del Campus San Giuseppe (accesso consentito ad un solo componente per nucleo familiare).

NUOVA TITOLAZIONE PER LA SCUOLA. «Il cambio di intestazione è maturato per non creare sovrapposizioni con la struttura che, da qualche anno, ha assunto il nome di “Campus San Giuseppe” - spiega il maestro Michele Borsoi, direttore della scuola di musica -. La decisione di intitolare la nostra scuola a Ennio Morricone è stata una scelta spontanea e condivisa da tutti gli insegnanti. Morricone è stato un musicista importante in Italia e all’estero. Nel corso della sua carriera ha lavorato in diversi ambiti, dalla musica contemporanea a quella sperimentale, dalle colonne sonore alla musica leggera, esprimendo sempre un grande rigore e senso etico, valori che riteniamo molto importanti per noi e per i nostri allievi». La direzione della scuola con una lettera ha già comunicato alla famiglia del compositore, deceduto a luglio, la decisione di intitolargli la scuola di musica.

CORSI DI MUSICA DAL 14 SETTEMBRE. I corsi prenderanno avvio lunedì 14 settembre. Sarà il 32esimo anno scolastico per la scuola di musica ospitata negli spazi del Campus San Giuseppe, istituto, un tempo collegio femminile, nel quale la musica viene insegnata da oltre 150 anni. Gli ampi spazi del campus con le svariate aule consentiranno un ritorno alle attività musicali in sicurezza. Attesi tra i 150 e i 200 allievi (i più piccoli hanno 3 anni e frequenteranno i corsi di propedeutica) impegnati nello studio degli strumenti classici e moderni con oltre 25 maestri. Non solo corsi di strumento individuali: la scuola di musica “Morricone” conta un coro di voci bianche “Le note birichine”, un coro giovanile “SingOverSound” con un repertorio prevalentemente moderno e l’”OrcheStraForte”, orchestra formata da giovani allievi provenienti dalle varie scuole del comprensorio. La scuola di musica da anni propone anche un corso di teatro per bambini e ragazzi: il laboratorio, condotto da Camilla Rizzardi, propone saggi e spettacoli dove spesso le musiche sono composte ad hoc dagli insegnanti ed eseguite dagli allievi. Da questo rapporto sinergico tra musica e teatro sono nati molti progetti originali alcuni dei quali sono stati vincitori di premi in rassegne teatrali per ragazzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

UN AMBIENTE RICCO DI STIMOLI. La scuola di musica “Morricone” da sempre crede nel ruolo educativo della musica, senza perdere di vista la formazione integrale della persona. «Ci sta a cuore che gli allievi respirino un ambiente non competitivo, ricco di stimoli e di possibilità – sottolinea il maestro Borsoi -, dove noi come insegnanti collaboriamo in progetti comuni perché la musica è quel potente mezzo comunicativo che riesce a mettere meravigliosamente in contatto al di là delle strutture, dell’età e delle cornici. E in questa ottica, negli ultimi anni abbiamo cercato di curare maggiormente l’aspetto formativo attraverso workshop, seminari e laboratori, dando la possibilità ai nostri alunni di esplorare le realtà, gli incastri e le vite dalle quali la musica prende vita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento