Vittorio Veneto, a tutto Shakespeare in attesa del Capodanno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Giovedì 20 dicembre alle ore 10:00 "Caffè Shakespeare" La conferenza Prima di poter assaporare la messa in scena (se pur in chiave comica) delle opere immortali del Bardo, bisogna conoscerne la vita, gli studi e le vicissitudini che lo hanno portato a diventare drammaturgo. Tutto questo verrà raccontato da Edoardo Fainello, regista, attore e direttore del progetto artistico e didattico “Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte”, il quale riuscirà a farvi innamorare di nuovo o per la prima volta ai grandi scritti del poeta inglese William Shakespeare. Lo spettacolo Una compagnia di attori e una sfida impossibile: rappresentare 5 opere di William Shakespeare in meno di 50 minuti. Attraversando un mare di difficoltà in una lotta serrata contro il tempo, con l’aiuto del pubblico riusciranno a portare a termine l’impresa, generando una catena infinita di situazioni comiche e paradossali. Un frenetico viaggio attraverso alcune delle opere più famose del più grande autore teatrale di tutti i tempi, che mette in risalto la potenza della sua geniale drammaturgia da un punto di vista inedito, per non dimenticare mai che anche la più grande tragedia nasconde in fondo un lato tremendamente comico.

Venerdì 21 dicembre alle ore 20:45 “Macbeth” Autore: William Shakespeare Regia: Mirko Bottega Costumi: Sartoria dell’Accademia Da Ponte Interpreti: Mirko Bottega, Giulia Donnola, Rebecca Garlet, Marta Gasparini, Federico Gherardinger, Ludovico Girardello, Silvio Pasqualetto, Massimiliano Rumore, Elena Saccon. Lo spettacolo Scozia, a.d. 1040. Il generale Macbeth, di ritorno dalla battaglia con l’amico Banquo, incontra tre streghe che profetizzano la sua salita al trono. Deciso a seguire il destino che gli spetta, spinto anche dalla moglie, Macbeth uccide il re e ne usurpa il trono, dando il via ad un’escalation di assassini per placare la paranoia che man mano lo va divorando sempre di più. Il suicidio della moglie e l’arrivo del legittimo erede al trono, aiutato dalle forze inglesi, lo vedrà infine capitolare.

Sabato 22 dicembre alle ore 10:00 e alle ore 20:45 “La tempesta” Autore: William Shakespeare Regia: Edoardo Fainello Interpreti: Alice Balest, Mirko Bottega, Sofia Boz, Alberto Ceschin, Edoardo Fainello, Marta Gasparini, Federico Gerhardinger, Ludovico Girardello, Filippo Masocco, Silvio Pasqualetto, Massimiliano Rumore, Elena Saccon, Fabio Sala, Alessandro Tonon, Federico Vaccari, Francesca Zava. Lo spettacolo Definito universalmente l’ultimo vero capolavoro di Shakespeare prima del suo ritiro dalle scene, “La tempesta” racconta il rapporto dell’autore inglese con il suo teatro, il Globe, attraverso la storia di Prospero, duca di Milano esiliato assieme alla figlia Miranda su di un’isola deserta nei pressi della Sicilia per 12 anni dopo che il fratello Antonio ne ha usurpato il titolo. Attraverso lo studio dei suoi libri sull’arte magica, Prospero riesce ad avere al suo comando gli spiriti dell’isola, in particolar modo di Ariel. L’occasione di un viaggio del re Alonso, di ritorno dall’Africa, con a bordo il fratello di Prospero, suggerisce a quest’ultimo il modo per riottenere il ducato e di restituire alla figlia il suo titolo di principessa, combinando il suo incontro con il figlio di Alonso, Ferdinando, scatenando una tempesta che porterà i nobili a naufragare sulla sua isola. A complicare le cose ci si mette Caliban, un indigeno al servizio di Prospero, che si allea con altri due naufraghi (il cantiniere Stefano e il buffone Trinculo, per uccidere Prospero e conquistare l’isola. La commedia offre dei momenti davvero esilaranti, contrappuntati da uno spirito malinconico che fa da filo conduttore all’opera, contraddistinta da un susseguirsi continuo di avvenimenti che mantengono il ritmo della storia sempre a livelli elevatissimi, segno dell’incredibile maturità artistica raggiunta da Shakespeare alla fine della sua carriera. I continui rimandi alla sua vita, alla sua creatività (Ariel), all’evanescenza del teatro (gli spiriti/attori), ai continui attacchi dei colleghi che vogliono impossessarsi del suo teatro e dei falsi idoli (Caliban e i naufraghi ubriaconi che quest’ultimo tratta come due divinità) e i compagni che l’hanno tradito (il fratello e i nobili) fanno de “La tempesta” un vero e proprio testamento artistico, che ci fa rivivere i 12 anni vissuti da Shakespeare nel suo teatro londinese attraverso una commedia ricca, divertente e avventurosa che saprà conquistare il cuore di tutti.

Domenica 23 dicembre alle ore 20:45 “Romeo e Giulietta” Autore: William Shakespeare Produzione: Accademia teatrale Lorenzo Da Ponte Regia: Edoardo Fainello Assistente alla regia: Federica Girardello e Carolina Sala Costumi: Sartoria dell’Accademia Da Ponte Interpreti: Francesco Bettelle, Filippo Buscema, Silvia Danieli, Giacomo Gava, Federico Gerhardinger, Elena Girardello, Ludovico Girardello, Alessandro Mariot, Filippo Masocco, Silvio Pasqualetto, Carolina Sala, Riccardo Tonon Lo spettacolo La più grande tragedia shakespeariana, dove amore e morte si sposano per creare un’opera senza tempo. La versione dell’Accademia Lorenzo da Ponte di questo meraviglioso testo shakespeariano vi farà ridere, piangere, soffrire e combattere assieme ai protagonisti. Una storia di violenza, di guerra, d’amore. _________ 31 DICEMBRE A TEATRO Evento organizzato dall’Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte in collaborazione con l’Associazione “Amici del Castrum” e l’Accademia del Teatro in Lingua Veneta diretta da Luisa Baldi. Al termine della rappresentazione sarà offerto un brindisi con il prosecco dell’Azienda Vinicola Toni Doro. Lunedì 31 dicembre alle ore 21:30 “Le baruffe chiozzotte” Autore: Carlo Goldoni Produzione: Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte e Goldoni Theatre Company Regia: Edoardo Fainello Assistente alla regia: Federica Girardello Costumi: Sartoria dell’Accademia Da Ponte Interpreti: Silvia Albrizio, Mirko Bottega, Filippo Fossa, Marta Gasparini, Rebecca Garlet, Elena Girardello, Federica Girardello, Mattia Zavarise, Alessandro Mariot, Silvio Pasqualetto, Fabio Sala, Federico Vaccari Lo spettacolo Capolavoro assoluto di Goldoni, “Le baruffe chiozzotte (o chioggiotte) narra di una baruffa scatenata dal battelliere Toffolo, che corteggiando alcune ragazze intente al ricamo scatena una lite tra queste ultime. Lucietta si lascia andare ad alcune confidenze sulle avventure di Toffolo e lo stesso fa un’altra giovane, Orsetta, con un altro dei pescatori, Beppo: alla fine, nella baruffa sono coinvolti quasi tutti i mariti, i fratelli e gli amici del borgo. Beppo e Titta-Nane, a questo punto, prendendosela con Toffolo, dichiarano la loro intenzione di rompere il vincolo di fidanzamento. A Toffolo non rimane che andare in Cancelleria per chiedere un intervento super partes del coadiutore del Cancelliere criminale, Isidoro, il quale interroga le ragazze rendendosi conto ben presto che si tratta di cose di poco conto. Dopo un ulteriore incontro con i maschi, la disputa verrà accomodata fuori dalle aule di giustizia. Isidoro troverà una fidanzata per Toffolo e prima che la giornata si concluda, in un clima di festoso lieto fine, verranno celebrati ben tre (quasi annunciati) matrimoni: quello di Lucietta con Titta-Nane, quello di Orsetta con Beppo e quello di Checca con Toffolo.

Gli spettacoli in programma sono interamente prodotti dall’Accademia teatrale vittoriese e comprendono appuntamenti la domenica pomeriggio per bambini e famiglie, matinée per le scuole e spettacoli di prosa la sera. «Ho pensato ad un festival shakespeariano perché in questi anni ci siamo accorti di quanto il nostro pubblico, attraverso il modo in cui scegliamo di metterlo in scena, esca ogni volta dal teatro soddisfatto ed entusiasta – spiega il direttore dell'Accademia, Edoardo Fainello. Abbiamo deciso quindi di dedicare dicembre, che è l’ultimo mese del periodo che rappresenta il primo stralcio del progetto dell’Accademia teatrale Lorenzo Da Ponte riguardo all’omonimo teatro vittoriese, a tutte le nostre messe in scena shakespeariane, sperimentando anche due particolari messe in scena dei testi del drammaturgo inglese adattati specificatamente per un pubblico di bambini. Crediamo così di regalare al pubblico un dicembre di grande teatro, ad un prezzo popolare, sicuri di poter coinvolgere gli spettatori più esigenti di tutte le età». Il “Dicembre Shakespeariano” si inserisce in una rassegna teatrale di più ampio respiro cominciata il 29 settembre e che terminerà il 31 dicembre con il “Capodanno al Da Ponte” con lo spettacolo "Le baruffe chiozzotte" di Carlo Goldoni e brindisi finale. Tutti gli spettacoli sono organizzati dall’Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte di Vittorio Veneto e rientrano nel progetto di riqualificazione culturale dell’omonimo teatro affidata dal Comune di Vittorio Veneto all’Accademia Da Ponte, e che conclude il suo primo stralcio alla fine del 2018. TICKET SERVICE: On-line www.accademiadaponte.it Segreteria dell’Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte: Via Tommaseo 10 Vittorio Veneto (a pochi passi dal teatro). Aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 Botteghino del Teatro Lorenzo Da Ponte: Via Martiri della Libertà 36 Vittorio Veneto Mattino dalle 9:00 (il giorno dello spettacolo) Serali dalle 19:00 (il giorno dello spettacolo) Domenica dalle 15:00 (il giorno dello spettacolo) Un po’ di storia… Attiva nel territorio dal 2011, l’Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte rappresenta oggi l’unica scuola di formazione teatrale professionale della provincia di Treviso. Più di 400 sono gli allievi che frequentano regolarmente i corsi di teatro, cinema e doppiaggio, aperti a bambini delle scuole primarie, ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado e adulti. Inoltre, l’offerta didattica è arricchita da corsi complementari (trucco, sartoria e fotografia tra gli altri), che rendono la proposta formativa una delle più complete nell’intero panorama nazionale. ### CONTATTI STAMPA: Vesna Maria Brocca Addetto Stampa Cell. (+39) 348.3543561 Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte Via Niccolò Tommaseo, 10 (Ingresso da via Pagliarin) 31029 Vittorio Veneto (TV) www.accademiadaponte.it

Torna su
TrevisoToday è in caricamento