menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittorio Veneto: abbattuto l'ultimo diaframma della galleria di Santa Augusta

Il traforo è l’opera principale, e a lungo attesa, del progetto di realizzazione della Tangenziale Est e consentirà di alleggerire dal traffico l'antico borgo di Serravalle

VITTORIO VENETO E' stato abbattuto oggi l’ultimo diaframma di roccia della galleria Santa Augusta. Si tratta di uno scavo di circa 1,5 km e costituisce l’opera principale dei lavori della Variante di Vittorio Veneto (Tangenziale Est), nell’ambito degli interventi del 1° Stralcio La Sega-Rindola per il progetto di collegamento La Sega-Ospedale, del valore complessivo di quasi 65 milioni di euro. Oggi gli ultimi colpi di martello meccanico da parte delle maestranze e dei tecnici del Consorzio Stabile Eureca, l’impresa appaltatrice, sul diaframma all’incontro delle gallerie nord e sud, di collegamento fra località La Sega, al lato nord, e Rindola, al lato sud. La realizzazione del traforo, la cui sezione ha una superficie media di scavo di 175 metri quadrati e un diametro di 15 metri, ha richiesto un impegno di circa 1000 giorni di lavoro. Lo scavo del tunnel si addentra nel sottosuolo ad una profondità compresa fra i 6 metri – in corrispondenza dell’imbocco a sud – fino ad un massimo di 200 metri.

Nel progetto del 1° Stralcio è inoltre prevista la realizzazione di 3 rotatorie di circa 45 metri di diametro, un ponte sul fiume Meschio e un tratto di strada urbana. Di quest’ultima, della lunghezza di 250 metri, è in corso l’iter autorizzativo che renderà funzionale lo stralcio con l’innesto su via Carso. Nel complesso le opere costituiranno con il traforo, il cui scavo è stato ultimato oggi, l’asse di Variante della statale 51 per una lunghezza totale di 2,05 km.

La Tangenziale all’abitato di Vittorio Veneto consentirà di alleggerire il centro storico – borgo antico di Serravalle – dal traffico, soprattutto da quello dei mezzi pesanti e di rendere contemporaneamente più fluida la viabilità sulla statale 51 “Alemagna” con la quale la nuova variante si collegherà tramite l’innesto sulla strada comunale di via Carso. I lavori di realizzazione della Variante proseguiranno con la realizzazione dei successivi interventi previsti nel 2° Stralcio Rindola-Savassa, attualmente in fase di progettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento