“Vivere Insieme”: a Villorba 25 anni di puro servizio con tanta attenzione ai più deboli

L'assessore Francesco Soligo: “L’Associazione si occupa di tutto ciò che concerne il sociale e culturale ed è particolarmente rivolta al servizio verso l’anziano ed il disabile"

“Sono passati 25 anni dalla fondazione di 'Vivere Insieme', 25 anni in cui l’originario spirito solidaristico è stato alimentato e manifestato con tanta attenzione ai più deboli, 25 anni in cui l’Amministrazione Comunale ha potuto contare sulla valida e pronta collaborazione dell’Associazione”. Queste le parole del sindaco Marco Serena presente insieme con il vice sindaco Giacinto Bonan e l’assessore al Sociale Francesco Soligo all’incontro celebrativo i 25 anni di “Vivere Insieme”, costituitasi formalmente il 25 maggio 1994 con 13 volontari.

“Vivere Insieme nel tempo è cresciuta costantemente ed attualmente - dice il presidente Pietro Paolo Bonaldo - conta 84 volontari, di cui 38 attivi presso l’istituto 'Opere Pie' di Onigo ed altri 46 operanti nella sede di Villorba. Personalmente sono iscritto come volontario dal 2012 e nell’ambito di 'Vivere Insieme' ho trovato ampia risposta al mio desiderio di donare tempo e serenità a chi è meno fortunato, collaborando con persone altrettanto generose e disponibili”.

“L’Associazione - ha detto Francesco Soligo - si occupa di tutto ciò che concerne il sociale e culturale ed è particolarmente rivolta al servizio verso l’anziano ed il disabile. Nel 2018, in termini di servizio per la collettività non solo villorbese ha garantito circa 6.000 trasporti operando in più ambiti: dalle Case di Riposo (Opere Pie Di Onigo, Casa Marani), al servizio per i disabili fisici e mentali (il Tuo Sorriso, il Centro di Sollievo, Arep), dalla consegna dei pasti agli anziani. alla collaborazione con i servizi sociali di Villorba per il trasporto di minori in casa famiglia, distretto sanitario e altro, su specifica richiesta dell'assistente sociale. Senza dimenticare - conclude Soligo - che 'Vivere Insieme' è disponibile per la guardiania alle mostre e gestisce la distribuzione delle locandine esposte nelle bacheche comunali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento