rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

West Nile nella Marca: «Asintomatico l'85% dei casi»

I due decessi e il contagio emersi mercoledì 20 luglio sono stati certificati come West Nile dall'Ulss 2. Nessun nuovo aumento nelle ultime ore, 5 invece i casi di vaiolo delle scimmie presenti in provincia

Due morti e un paziente dimesso dall'ospedale: i tre casi sospetti emersi mercoledì 20 luglio nella Marca sono stati certificati come West Nile dall'azienda sanitaria Ulss 2. La buona notizia, come confermato dal direttore generale Francesco Benazzi, è che nelle ultime ore non sono emersi nuovi casi di West Nile a livello provinciale.

Nessun allarmismo, quindi, da parte dell'Ulss 2: «L'85% dei casi è asintomatico - precisa il direttore generale - il 10% ha solo sintomi lievi mentre la percentuale dei decessi si attesta attualmente intorno all'1%. Si tratta di persone anziane con numerose altre patologie. Ai sindaci - conclude Benazzi - abbiamo chiesto di eseguire le disinfestazioni nei tombini e nelle aree pubbliche. Ai cittadini diciamo invece di usare repellenti ed anti-zanzare soprattutto nel caso in cui decidano di uscire di casa al tramonto». Restano cinque, invece, i casi di vaiolo delle scimmie attualmente accertati nella Marca. «Si tratta di persone arrivate da viaggi all'estero, i cinque contagiati si conoscono e al momento stanno venendo seguiti dal nostro personale. Nessuno di loro è in gravi condizioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

West Nile nella Marca: «Asintomatico l'85% dei casi»

TrevisoToday è in caricamento