XXXVII Premio Comisso: i vincitori sono Cocchi (Narrativa Italiana) e Battocletti (Biografia)

Le due opere hanno ottenuto la maggioranza dei voti dai componenti la Grande Giuria del Premio tra i finalisti selezionati dalla Giuria Tecnica

TREVISO Sabato in seduta pubblica al Salone dei Trecento di Treviso sono state proclamate le opere vincitrici della XXXVII edizione del Premio letterario Giovanni Comisso “Regione del Veneto- Città di Treviso” per le sezioni Narrativa e Biografia. Il vincitore della Sezione Narrativa è "La casa dei bambini" di Michele Cocchi (Fandango libri), mentre il vincitore della Sezione Biografia è: "Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste" di Cristina Battocletti (La nave di Teseo). Le due opere hanno ottenuto la maggioranza dei voti dai componenti la Grande Giuria del Premio tra i finalisti selezionati dalla Giuria Tecnica.

I finalisti della Sezione Narrativa italiana sono: "Il segreto di Pietramala" di Andrea Moro (La nave di Teseo), "La casa dei bambini" di Michele Cocchi (Fandango libri) e "L’ultima notte di Canova" di Gabriele Dadati (Baldini&Castoldi). Finalisti, invece, nella Sezione Biografia: "Anita. Storia e mito di Anita Garibaldi" di Silvia Cavicchioli (Einaudi), "Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste" di Cristina Battocletti (La nave di Teseo) e "Scandalose. Vita di donne libere" di Cristina De Stefano (Rizzoli). La Giuria Tecnica del Premio che ha selezionato i finalisti tra 111 opere pervenute (93 per la narrativa e 18 per la biografia) è presieduta da Giancarlo Marinelli e composta anche da Benedetta Centovalli, Silvia De Laude, Rolando Damiani, Stefano Mancuso, Pierluigi Panza, Sergio Perosa e Stefano Salis.

Nel corso dell’incontro, condotto dalla giornalista Maria Pia Zorzi, i componenti la Giuria Tecnica hanno dialogato con gli autori finalisti. Si è tenuta anche la premiazione del concorso #Comisso15righe lanciato su Facebook con le recensioni dei lettori (in 15 righe) dei libri in concorso. Sono stati inoltre premiati i vincitori della seconda edizione concorso di scrittura creativa con tema comissiano "Scrivere è un gioco da ragazzi" promosso dall’Associazione Amici di Comisso e il sostegno di IntesaSanPaolo nei Licei Da Vinci di Treviso, Flaminio di Vittorio Veneto e Berto di Mogliano Veneto. La scelta dei vincitori è stata compiuta dagli stessi giovani partecipanti al concorso: primo classificato Daniele Mazzon (con il racconto Il dono), seconda Ilaria De Nadai (La valigia), terza Laura Aurighi (Bolle di sapone).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'ora di educazione fisica, muore studente 14enne

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Morto a scuola a 14 anni: la madre ricoverata in ospedale per un malore

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Gita a Venezia con la scuola, mezza classe non scende dal treno di ritorno

  • Incidente mortale mentre sta andando a lavoro, muore padre di due bimbe

Torna su
TrevisoToday è in caricamento